Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ospedale di Borgomanero, nuovo direttore per ortopedia e traumatologia
Attualità Novarese -

Ospedale di Borgomanero, nuovo direttore per ortopedia e traumatologia

E' stato anche volontario in Kenya dove ha eseguito interventi chirurgico-ortopedici a favore di bambini disabili.

bimbo caduto

Ospedale di Borgomanero, Mauro Porta è il nuovo direttore di ortopedia e traumatologia.

Ospedale di Borgomanero, arriva Mauro Porta

Dopo aver svolto per breve periodo l’attività di medico di famiglia e di medico di continuità assistenziale presso l’USSL 35 di Magenta, ha frequentato in qualità di Medico interno la Divisione di Ortopedia e Traumatologia dell’Università di Pavia presso il Polo Universitario “Città dei Pavia”, dove ha acquisito competenza specifica nel trattamento delle fratture e delle pseudoartrosi non infette e infette, nel trattamento delle deformità congenite ed acquisite, nell’ortopedia pediatrica e nello sviluppo e nell’impiego dei sistemi di compressione-distrazione (o fissatori esterni circolari). Dal 2000 al 2017 ha ricoperto l’incarico di Dirigente Medico di Ortopedia Traumatologia all’Azienda Ospedaliera “S. Antonio Abate” di Gallarate, successivamente diventato Ospedale della ASST della Valle Olona.
Nel corso degli anni gli sono stati conferiti diversi incarichi professionali tra cui: l’incarico di Responsabile del settore funzionale “Chirurgia della spalla” (settembre 2005), gli incarichi di Responsabile di Struttura Semplice in “Artroscopia e Medicina Sportiva” e “Chirurgia artroscopica e Traumatologia dello Sport”. Dal 1° maggio 2017 e fino al mese di giugno ha ricoperto il ruolo di Responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia Traumatologia 2 presso l’Istituto Clinico “Beato Matteo” di Vigevano. Parallelamente all’attività istituzionale, dal 2008 al 2017 ha svolto attività di volontariato presso il “Consolat Hospital” di Nyeri e presso il Centro di Riabilitazione di Naro Moru in Kenya dove ha eseguito interventi chirurgico-ortopedici a favore di bambini disabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente