Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Palazzo dei musei a Varallo: il cortile diventa uno spazio pubblico
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Palazzo dei musei a Varallo: il cortile diventa uno spazio pubblico

La città del Sacro Monte è l'unica in tutto il Piemonte a ospitare il workshop di fine primavera degli studenti del Politecnico di Torino

pinacoteca varallo

Palazzo dei musei a Varallo: lo spazio esterno si presenterà con giardino e arredi. A occuparsi della progettazione gli studenti del corso di laurea magistrale del Politecnico di Torino

Palazzo dei musei al centro di un progetto su “Gestione, valorizzazione e tutela”

Un cortile pubblico con giardino e arredi. Così si presenterà lo spazio esterno di Palazzo dei musei a Varallo. A occuparsi della progettazione gli studenti del Politecnico di Torino che hanno scelto Varallo, unica località in tutto il Piemonte, come sede per il loro workshop di fine primavera. E solo qualche mese fa Palazzo dei musei si era rifatto il look con il restauro delle facciate esterne. Dal titolo “Architettura sacra e paesaggio – Gestione, valorizzazione e tutela”, l’evento con gli studenti del Politecnico è programmato nella settimana dal 28 maggio all’1 giugno a Palazzo d’Adda con lo scopo di riprogettare alcune zone della città.

Varallo individuata per il suo profilo storico e ambientale

«Varallo è stata individuata per il suo profilo storico, artistico e ambientale che caratterizza il suo territorio – spiega il sindaco Eraldo Botta -. Siamo molto contenti che la scelta del Politecnico di Torino sia ricaduta sulla nostra città. L’intenzione è di concretizzare quanto prima i progetti che verranno realizzati dagli studenti, che verranno presentati anche all’Università di Genova».

Diversi i temi di progettazione che saranno sviluppati

Cinque i temi di esercitazione che verranno sviluppati: il primo sarà appunto lo studio e la progettazione di una piazza-giardino a palazzo dei Musei. E durante il corso del workshop gli studenti saranno impegnati anche nello studio e progettazione per il miglioramento dei percorsi di accoglienza al Sacro Monte; il terzo argomento che sarà sviluppato riguarderà invece la riqualificazione di un parco privato con proposte per piantumazione di alberi ed essenze erbacee a Villa Tebaide, il quarto sarà lo studio e progettazione per la riqualificazione del parco pubblico “Muntisel” e, infine, il quinto lo studio e progettazione di nuovi percorsi e accessibilità lungo la sponda del fiume Sesia per visitare le emergenze del supervulcano della Valsesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente