Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Parco Magni, i ceppi degli alberi si trasformano in sculture
Attualità Borgosesia e dintorni -

Parco Magni, i ceppi degli alberi si trasformano in sculture

L’area verde di Borgosesia si sta preparando alla bella stagione con un rinnovo generale di vialetti, area cani e strutture

Il parco Magni si prepara alla bella stagione. In queste settimane sono in esecuzione alcuni lavori di sistemazione dell’area verde cittadina in previsione del maggiore afflusso di persone che si avrà nei mesi primaverili ed estivi. 

Un’attenzione particolare riguarda l’area giochi per i bambini, dove verrà sostituito il “castello” che inizia a sentire il peso dei vent’anni di utilizzo. Al suo posto sarà posizionata una giostra inclusiva, ossia adatta anche ai bambini con disabilità psichiche e motorie che potranno interagire e utilizzarla salendovi sopra anche in carrozzina. Nel contempo anche gli altri giochi saranno sottoposti a una manutenzione completa.

Fra le novità che riguardano il parco Magni, la più curiosa è sicuramente la realizzazione di sculture in legno ricavate dai ceppi di alberi tagliati. A occuparsene è l’artista valsesiano Marco Schena che ha già intagliato la prima opera, nella zona dello sgambatoio. E così proseguirà con gli altri ceppi, collaborando in maniera volontaria con i gestori del parco. Chi volesse vederlo all’opera può trovarlo al lavoro nel fine settimana. Anche il grande faggio all’ingresso da via Vittorio Veneto, ora recintato e che dovrà essere abbattuto perché ammalorato, a conclusione del taglio sarà trasformato in una scultura in legno alta circa quattro metri.

Sono in fase conclusiva anche i lavori di rifacimento dei bagni, e la loro riapertura dovrebbe avvenire a breve. Saranno sistemati i vialetti con la stesura di ghiaino, mentre è iniziata la ristrutturazione delle panchine. Anche l’area dello sgambatoio dei cani sarà oggetto di miglioria, con la creazione di un percorso certificato per “agility dog” e, nei periodi di maggiore affluenza, la presenza di educatori cinofili. Sull’intera area del parco sono stati collocati tutti i nuovi contenitori per la raccolta differenziata, permettendo così di suddividere i rifiuti in vetro, carta e plastica.

I lavori di sistemazione della grande area verde cittadina hanno costituito l’ultimo impegno dell’assessore Eleonora Guida (che curava la delega al parco Magni) prima delle dimissioni di inizio settimana: «Praticamente tutto è già programmato e quindi verrà completato nonostante lo scioglimento del consiglio comunale – specifica -. L’unico elemento non ancora ufficiale è l’incarico allo scultore per creare l’opera dal tronco del faggio da abbattere: avrebbe dovuto passare nell’ultima giunta, ma non ce n’è stato il tempo; mi auguro tuttavia si possa comunque affidare l’incarico per non lasciare un lavoro a metà».

Articolo precedente
Articolo precedente