Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pier Zuccalla chef che porta in giro per il mondo i dolci valsesiani
Attualità Novarese -

Pier Zuccalla chef che porta in giro per il mondo i dolci valsesiani

Incanta il mondo con il torcetto al vino rosso di Ghemme e diventa una delle punte di diamante della pasticceria internazionale

Pier Zuccalla chef che porta in giro per il mondo i dolci valsesiani. Incanta il mondo con il torcetto al vino rosso di Ghemme e diventa una delle punte di diamante della pasticceria internazionale. Si tratta dello chef Pier Zuccalla, lo stesso che durante il Mercu Scurot era con Notizia Oggi in piazza Garibaldi a distribuire alcuni suoi dolcetti in occasione della fagiolata in Sassola. Oltre ad essere conosciuto come l’artista del Biscottificio Rossi di Romagnano, Zuccalla è ormai noto anche fuori dall’Italia come uno dei maestri indiscussi dell’arte dolciaria.

Pier Zuccalla chef che porta in giro per il mondo i dolci valsesiani

 

«Viaggiamo molto e partecipiamo a diverse fiere dove si ha modo di farsi conoscere e incontrare anche altri esperti nel settore – spiega lo chef -. Lo scorso anno siamo stati a Colonia, in Germania, dove abbiamo avuto modo di confrontarci con altre aziende. In quell’occasione abbiamo presentato il torcetto al vino rosso di Ghemme e i nostri biscotti al latte al gusto di caffè, al gusto di zenzero e al gusto di cannella. E’ stata una esperienza edificante in quanto abbiamo trovato pasticceri internazionali che hanno mostrato, come abbiamo fatto noi, le loro tecniche e le loro creazioni».

Dolci valsesiani fuori dall’Italia

I dolci originali che sono stati portati oltre i confini italiani si ispirano al territorio e alla tradizione. «Per la creazione dei torcetti al vino rosso di Ghemme utilizziamo il Nebbiolo della zona proprio perché l’idea è di instaurare una collaborazione con le produzioni locali – racconta lo chef -. Abbiamo quindi contattato alcune aziende vitivinicole e abbiamo fatto delle prove. Dopo un paio di mesi è nato il torcetto. Per quanto concerne le nuove tipologie di biscotto al latte abbiamo pensato di basarci sulla tradizione dal momento che quando si pensa al biscottificio Rossi viene in mente proprio il biscotto al latte, introducendo qualche novità».
Oltre alla Germania, il pasticcere è volato anche negli Emirati Arabi: «Siamo stati a Dubai dove ho fatto da giudice ad un concorso che ha visto protagonisti studenti di una scuola alberghiera – prosegue lo chef -. I concorrenti si misuravano con piatti da cucina e dessert ed è stata una esperienza molto interessante».

Chef apprezzato in tutta Italia

Ma anche in Italia Zuccalla è ormai uno dei volti noti tra gli artisti della cucina.
«Sono entrato in Top Italian Chef e sono davvero molto orgoglioso – sottolinea il pasticcere -. E oltre alle iniziative all’estero stiamo anche girando l’Italia portando in diverse realtà i prodotti del biscottificio».

I nuovi progetti di Zuccalla

E per il futuro il maestro dei dolci sta già puntando a nuovi orizzonti. «Probabilmente andremo in Thailandia. Come Biscottificio Rossi esportiamo già in Corea, ora vorremmo tentare anche il mercato asiatico. Inoltre, entro fine anno, se tutto va bene, tornerò negli Stati Uniti per una fiera internazionale – annuncia il pasticcere -. L’appuntamento si terrà a Baltimora. Sono contento di far ritorno in America perchè è la terra dove sono nato».

La cucina: una passione di vita

Quella che sta portando Pier Zuccalla tra le stelle della cucina mondiale è una passione che ha iniziato a coltivare da ragazzo: «Ho cominciato questa avventura imparando a cucinare a scuola – conclude l’esperto dei dolci -. Ho poi lavorato sulle navi e all’estero. La cucina ha sempre affiancato la pasticceria. Gli stessi miei maestri sono stati eccellenti chef proprio di cucina. Sono due binari che accompagnano la mia vita anche se ora sto seguendo più la pasticceria. Si tratta di un mestiere che richiede tanto impegno e sacrificio ma che sicuramente offre molte soddisfazioni, non posso che andarne fiero».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente