Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pista Borgosesia: è arrivato il “pavimento” in tartan
Attualità Borgosesia e dintorni -

Pista Borgosesia: è arrivato il “pavimento” in tartan

I lavori sono fermi dall’autunno e le sei corsie hanno attualmente un fondo provvisorio. E’ prevedibile che i lavori possano concludersi entro la fine di maggio.

pista atletica

Pista Borgosesia: è arrivato il tartan e ora può riprendere il ripristino dell’anello. In futuro è in programma il recupero degli spogliatoi.

Pista Borgosesia: è arrivato il tartan

E’ arrivato il tartan che sarà posato per garantire il nuovo fondo dell’anello: il materiale si trova da qualche giorno già nell’area sportiva di viale Varallo in attesa di essere steso. A questo punto è prevedibile che i lavori possano avere inizio appena concluse festività e ponti, per concludersi entro il mese di maggio.

Le condizioni attuali

I lavori riguardano principalmente il rifacimento delle sei corsie per migliorare la funzionalità e l’utilizzo della pista di atletica. Al momento, è steso un manto provvisorio in quanto i lavori, avviati a settembre, sono stati sospesi pochi giorni dopo, il tempo solo di rimuovere il tartan. L’intervento di recupero dovrebbe dunque riprendere fra un paio di settimane, seguendo il programma su cui si sono accordati amministrazione comunale, direzione dei lavori e impresa di costruzione. Se non ci saranno nuovi impedimenti, sull’attuale fondo grezzo verrà steso il manto di tartan e una volta sistemato verranno realizzati i cordoli e le linee delle corsie. Durante i lavori la pista tornerà chiusa al pubblico. Tra la fine di maggio e i primi di giugno, l’anello dovrebbe poter tornare a completa disposizione degli sportivi.

E dopo gli spogliatoi

Una volta completata la riqualificazione dell’anello, sull’area sportiva di San Secondo sono in previsione altri progetti. Innanzitutto c’è la sistemazione degli spogliatoi: più volte nel corso degli anni sottoposti a riparazioni per rimediare alle molteplici problematiche emerse, l’amministrazione cittadina ha deciso un intervento radicale. Si sta valutando la soluzione: se ristrutturazione con una parte da adibire a deposito o rifacimento da zero con posa di un prefabbricato. In programma c’è pure il rinnovo delle postazioni e delle attrezzature riservate al salto in lungo e al salto agli ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente