Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Prato Sesia crea un parco dedicato a Fido
Attualità Novarese -

Prato Sesia crea un parco dedicato a Fido

Lo sguinzagliatoio sorge nella zona del campo sportivo

Un’area recintata dove potere lasciare senza guinzaglio il proprio cane: è sorta a Prato Sesia. La zona si trova dietro al campo sportivo, ai confini con via Libertà: è lunga all’incirca 90 metri e larga fra i 30 e i 40. Nelle scorse settimane è stato approvato in consiglio comunale il regolamento per il suo utilizzo ed è dunque già fruibile. L’inaugurazione ufficiale, però, è stata rimandata alla bella stagione.

«Abbiamo ricevuto in municipio alcune richieste per un’area in cui potere passeggiare tranquilli con il proprio cane – racconta il vicesindaco Alberto Boraso – da lì è nata l’idea di realizzare una zona recintata in cui i cani potessero essere liberi di correre, senza il rischio che scappino. Il proprietario, intanto, ha la possibilità di sedersi mentre il suo cane corre». L’area è infatti munita di una panchina e sarà attrezzata con dei cestini. Oltre a quello per i comuni rifiuti, ce ne sarà uno specifico per conferire le deiezioni degli animali, che vanno rigorosamente raccolte da parte dei proprietari. A questo scopo, gli utenti troveranno anche un dispenser di sacchetti. L’uso dello sguinzagliatoio, dunque, potrebbe anche contribuire a ridurre o evitare la presenza di escrementi canini lasciati lungo le vie del paese. La realizzazione del recinto è costata all’incirca 4mila euro: la struttura è studiata per garantire la sicurezza anche dei cani più piccoli.

Il regolamento prevede che nell’area, per motivi di sicurezza, possano accedere solo i proprietari e conduttori con i rispettivi cani, che devono sempre essere presenti sul posto. Per l’accesso, è indispensabile avere con sé guinzaglio e museruola per potere trattenere i propri animali nel caso serva. I proprietari devono inoltre essere muniti dei mezzi per raccogliere eventuali deiezioni. Ogni accompagnatore ha a disposizione l’uso dello sguinzagliatoio “in solitaria” per un massimo di 15 minuti, ma è possibile fruirne insieme se i cani si comportano amichevolmente e i proprietari sono d’accordo. Ai cani di sesso femminile è vietato l’ingresso nello sgambatoio durante il periodo del “calore”.

Per evitare che gli animali entrino in competizione fra loro, è vietato introdurre nell’area alimenti. Non è ammessa inoltre l’attività di addestramento di cani all’interno dell’area, per poterne garantire la fruizione completa da parte degli altri utenti. Ai minori di 16 anni, l’ingresso è permesso solo in presenza dei genitori e al seguito del proprio cane. Naturalmente, occorre prestare massima attenzione alla corretta chiusura dei cancelli nel momento in cui si entra o si esce.

Articolo precedente
Articolo precedente