Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Puzze Borgosesia: si cerca l’origine dei miasmi
Attualità Borgosesia e dintorni -

Puzze Borgosesia: si cerca l’origine dei miasmi

L’ipotesi probabile è che siano odori di fogne alimentati dai primi caldi

Puzze Borgosesia: si cerca l’origine dei miasmi. In molti si sono lamentati di odori, a tratti insostenibili, che rendono fetida l’aria in diverse zone della città, dal centro sino alla sponda del Sesia.

Puzze Borgosesia: si cerca l’origine dei miasmi

Non è ancora stato possibile risalire alla causa: le verifiche non hanno riscontrano nulla di anomalo. Ad avvertire i miasmi diversi borgosesiani, soprattutto nelle serate di mercoledì e giovedì. Sui social lo hanno rilevato in tanti, parlando di odori molto forti, emanazioni di fognatura. E se il periodo di diffusione delle puzze è concentrato negli orari serali, molto variegata è invece la “mappa” di dove si propagano: c’è chi l’ha avvertita nella piazza centrale, chi verso Aranco, chi nella zona dell’ex teatro, chi in altri punti a ridosso del corso del fiume. Proprio la vicinanza con il corso d’acqua ha portato alcuni a pensare che si fosse trattato di uno scarico di prodotti nocivi. Ma nulla è emerso, nemmeno in questo senso.

Segnalazioni in Comune

Le segnalazioni sono arrivate in municipio: «Abbiamo avviato controlli sia con la Sii, la società che gestisce il servizio idrico, sia con aziende potenzialmente interessate – spiega l’assessore comunale Eleonora Guida, che ha la delega all’ambiente -. Senza che risultasse alcunchè di anomalo. Sono tuttavia state numerose le persone che hanno avvertito i forti odori. Proprio per questo, sia giovedì che venerdì abbiamo svolto le nostre verifiche, eppure non si riesce a capire l’origine». Si profila un’ipotesi: «Ma è proprio solo un’ipotesi, senza conferme: che si tratti di odori delle fogne favoriti dai primi caldi e portati dalle correnti d’aria in più punti della città. Vedremo se il problema si ripresenta».

Caso Montrigone

In materia di odori sgradevoli, sembra risolta la situazione che per anni ha perseguitato la zona di Montrigone e la parte bassa di via Vittorio Veneto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente