Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Renato Rege stroncato da infarto: alpini in lutto
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Renato Rege stroncato da infarto: alpini in lutto

Colto da un malore mentre era con i familiari, inutili i soccorsi

Renato Rege stroncato da infarto: alpini in lutto. Una morte improvvisa, che ha lasciato tutti sgomenti: la comunità rocchese, di cui Rege faceva parte da sempre.

Renato Rege stroncato da un infarto

La penna nera che in passato era stato anche parte del gruppo alpini “Monte Briasco” era conosciuto a Varallo per via del suo lavoro nel settore dell’edilizia, e a Quarona visto che negli ultimi anni si era trasferito nel gruppo delle penne nere del paese e non appena poteva, impegni permettendo, indossava il suo cappello con la penna nera e partecipava a raduni e iniziative varie.

Grim

Anni fa era entrato anche nel Grim, il Gruppo ragazzi in montagna fondato da padre Gallino in seno al Cai Varallo. «E’ una famiglia da sempre molto legata al nostro sodalizio – dichiara Ferruccio Baravelli, già responsabile del Gruppo ragazzi in montagna -. Marco, il più grande dei due fratelli, ne ha fatto parte per un certo periodo, mentre Stefano è con noi da quando era piccolo. Compiuti i 18 anni ha iniziato a fare l’accompagnatore e ora sta frequentando un corso per ottenere la qualifica ufficiale. Il papà Renato ci teneva molto che il figlio diventasse accompagnatore. Ricordo che quando lo accompagnò alle prime uscite nel Grim mi disse che gli sarebbe piaciuto che il figlio crescesse nel gruppo. E così è stato. Ora Stefano è anche nel Gruppo speleologico del Cai e partecipa al progetto della “Varallo sotterranea”».

Legame con la montagna

Renato Rege diede un grosso contributo quando il Grim decise di sistemare e attrezzare il cosiddetto sentiero di Padre Gallino, l’anello attorno al monte Tre Croci, sopra Varallo. «Renato, da esperto nel settore dell’edilizia, ci aiutò a sistemare il percorso e a piazzare i cartelli – dice Baravelli -. Lo ricordo impegnato con il figlio Stefano a trasportare sacchi di cemento, sabbia e tutto il materiale occorrente. Era instancabile e aveva una gran forza. Ed era molto simpatico: una personale gioviale, solare».

Funerale

Il funerale di Renato Rege è stato celebrato sabato mattina in Collegiata a Varallo, la salma è poi stata portata nel cimitero di Roccapietra per la sepoltura.  Renato Rege è morto giovedì sera, stroncato da un infarto mentre stava facendo la doccia nella sua casa di Roccapietra, dove viveva con la moglie Ilaria e i figli Marco e Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente