Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Rifiuti, Corazza attacca su Facebook, Temporelli replica sui manifesti
Attualità Novarese -

Rifiuti, Corazza attacca su Facebook, Temporelli replica sui manifesti

elezioni ghemme

E’ polemica a distanza sulla gestione dei rifiuti tra l’ex sindaco di Ghemme Corazza e l’attuale primo cittadino Davide Temporelli

La tassa rifiuti? Aumentata per colpa del sindaco Temporelli e delle sue scelte. Lo spazzamento strade? Fa pietà già adesso, ma da aprile a novembre quando si farà una sola volta al mese sarà anche peggio. L’area ecologica? Neppure citata dal Consorzio rifiuti del Medio Novarese. L’ex sindaco di Ghemme Alfredo Corazza attacca su Facebook il suo successore sulle politiche legate alla gestione dei rifiuti. «Temporelli ha scialacquato i risparmi con spese inutili e sprechi odiosi – si legge sulla pagina di “Insieme per Ghemme” – e non ha sfruttato l’impianto a biomasse della Francoli. Così la tassa al posto di ridursi è aumentata».

Un attacco a cui il sindaco Davide Temporelli ha deciso di rispondere con dei manifesti affissi per il paese. «L’area ecologica – scrive il primo cittadino – è stata finanziata e partiranno presto i lavori. Ma una domanda i ghemmesi non se la sono mai fatta? Corazza ha percepito circa 350mila euro all’anno di introiti della discarica e non è stato in grado di progettare un’area ecologica come si deve. Ma dove li ha messi ‘sti soldi?»

Il primo cittadino dice la sua anche sulle spese inutili finite nel mirino di Corazza: «Temporelli non ha scialacquato, ha dovuto tagliare una spazzatrice ormai vetusta dopo aver dovuto saldare fatture arretrate del buon Corazza per circa 20mila euro. Certo a non pagare si fanno risparmi, ma poi i nodi vengono al pettine… Chiedete a Corazza perché il Comune pagava il Consorzio con un anno di ritardo. E sull’impianto Francoli l’ennesima bugia: abbiamo fatto un conferimento volontario da parte dei cittadini in quanto l’azienda non ha voluto fare nessuna convenzione».

Sui manifesti si parla anche del servizio di pulizia delle strade: «Tagliando la spazzatrice avremmo un bel risparmio – prosegue Temporelli – . Se le strade sono sporche cosa fa il Comune? Aumenta i passaggi all’infinito? Il “principe dell’impossibile” Corazza ha mai fatto una campagna di sensibilizzazione? Se i cittadini sporcano meno si paga meno».

Articolo precedente
Articolo precedente