Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Roasio festeggia i 20 anni di solidarietà con Odzak
Attualità Gattinara e Vercellese -

Roasio festeggia i 20 anni di solidarietà con Odzak

Il legame con il paesino della Bosnia Erzegovina, nato durante la guerra nell'ex Jugoslavia, rimane saldo.

roasio festeggia

Roasio festeggia due decenni di stretto legame con un paese della Bornia Erzegovina: fu saldato negli anni della guerra.

Roasio festeggia l’anniversario

Dal Vercellese alla Bosnia. Erano gli anni della guerra nell’ex Jugoslavia quando la comunità di Roasio iniziò il suo cammino di solidarietà verso la piccola cittadina di Odzak in Bosnia Erzegovina. Sono passati vent’anni da allora, ma il legame è sempre saldo. Il Comitato Biellese Aiuti Umanitari e alcuni roasiani si sono recati ad Odzak il 15 aprile 2019 per il 20° anniversario dell’apertura dell’Asilo “Vrtic Paola Ceruetto” di Odzak. L’edificio venne costruito dal comitato e arredato dal Comune di Roasio. Venne inaugurato il 15 agosto del 1998 e avviato il 15 aprile dell’anno successivo.

L’arrivo

Il gruppo è arrivato ad Odzak il sabato 13 aprile ed è stato ricevuto all’Hotel Euro, come sempre, dal proprietario Marko Knesevic, ventennale interprete e coordinatore del progetto solidale italo/bosniaco “Post guerra civile 92/95”, alla sua famiglia è stato donato dagli amici italiani un mega uovo di pasqua di 5 chili di cioccolato, sistemato nell’atrio del suo hotel. Non è mancata la foto di gruppo con la bandiera del Centro Pace di Assisi testimoniando questa bella risalita che ha fatto la città di Odzak in questo ventennale di Pace. Alla mattina di lunedì 15, la delegazione italiana è stata ospitata all’asilo per la celebrazione del ventennale. La dirigente ha premiato con una pergamena il presidente del comitato Carlo Ferrero per avere donato il contributo per la controsoffittatura di tutto il fabbricato.

Scambio di doni

Prima di tornare a casa i bambini hanno ritirato l’uovo di pasqua portato dalla delegazione italiana. In questa breve gita c’è stata anche l’opportunità di visitare un altro gioiello bosniaco, Etno Village nel Comune di Bijalina.
Prima di partire per il ritorno c’è stato il rituale scambio di doni, dall’Italia sono stati portati i dolci pasquali tradizionali del Piemonte consegnandoli al Sindaco Jacov, all’ex sindaco Jarudin ed a Marko Knesev, di ricambio sono stati ricevuti dei prodotti tipici di Odzak accompagnati dal loro prodotto leader la Slilovidza. Roasio tra l’altro insieme a Valdengo era stato tra i paesi del Piemonte che presero a cuore questo progetto di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente