Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Scandalo Filatura Grignasco: altri scarichi di ramaglie e rifiuti
Attualità Novarese -

Scandalo Filatura Grignasco: altri scarichi di ramaglie e rifiuti

Alcuni residenti si dicono preoccupati: «Se qualcuno buttasse un mozzicone di sigaretta acceso su quella montagna di legna, si arriverebbe al disastro»

Scandalo Filatura Grignasco, c’è chi continua a utilizzare il parcheggio dell’ex fabbrica come deposito dove scaricare ramaglie e immondizia. Il cumulo supera ormai i due metri di altezza

Scandalo Filatura Grignasco

Lontano da occhi indiscreti c’è chi continua a utilizzare il parcheggio della ex Filatura di Grignasco come deposito dove scaricare ramaglie e immondizia, tanto che il cumulo visibile da chi transita nella zona supera di certo i due metri in altezza. Mentre il Comune a breve richiamerà a “rapporto” il privato proprietario dell’area, alcuni residenti si dicono preoccupati: «Se qualcuno buttasse un mozzicone di sigaretta acceso su quella montagna di legna, si arriverebbe al disastro».

Discarica a cielo aperto

L’accumulo “selvaggio” di fascine, rami, tronchi di albero è cominciato nei mesi scorsi. E da aprile la discarica abusiva è continuata a crescere. Peraltro chi volesse farsi un’idea di come è cambiata la situazione nel corso delle settimane può confrontare il parcheggio ripreso nei giorni scorsi da “Google street view” con il deposito attuale. Oggi, oltre ad essere raddoppiata la quantità di materiale legnoso abbandonato, si possono trovare anche altri rifiuti tra cui: barattoli, una marmitta e contenitori in plastica.

La paura dei residenti

Molte persone che vivono nelle vicinanze si dicono preoccupate: la legna lasciata nel parcheggio sotto il sole estivo secca bene e se ci fosse anche solo una minima fonte di calore come un mozzicone di sigaretta il rischio che si generi un incendio di grandi dimensioni non è da escludere. Ma a preoccupare alcuni è poi un ulteriore questione: il parcheggio della vecchia azienda non è così distante in linea d’aria dalla stazione di carburanti di via Peretti, quindi in caso di incendio il timore diffuso è che le fiamme possano arrivare fino al benzinaio.

Le segnalazioni del Comune

L’amministrazione comunale si è sempre interessata della questione, pur non essendo un’area pubblica. «Mesi fa avevamo già fatto una segnalazione ai commissari della azienda che è fallita, facendo notare la situazione- spiega il sindaco Roberto Beatrice -. Ora provvederemo nuovamente a segnalare la questione e avvertiremo anche le autorità competenti. Continueremo a fare segnalazioni ma devono intervenire i proprietari, in questo caso specifico i commissari che stanno seguendo le questioni della ex filatura». Ed è proprio al Comune che alcuni cittadini si sono rivolti recentemente per segnalare la situazione di degrado dell’area. «Mi è stato riferito che pochi giorni fa qualcuno è andato a scaricare ancora materiale – prosegue il sindaco -, teniamo sotto controllo la questione e provvederemo ad allertare nuovamente chi di dovere, sperando si riesca a trovare una soluzione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente