Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Serravalle proprietaria ex mulino lancia appello: aiutatemi
Attualità Serravalle e Grignasco -

Serravalle proprietaria ex mulino lancia appello: aiutatemi

Dopo furti, vandalismi e occupazione abusiva, chi possiede l’edificio dice basta e lancia un appello per ridargli dignità.

Serravalle proprietaria ex mulino lancia appello: «Se qualcuno avesse qualche idea per rivalorizzare l’edificio sarei ben contenta di prenderla in considerazione».

Serravalle proprietaria ex mulino lancia appello

Dopo aver divelto recinzioni e porte, qualcuno è entrato nelle stanze al piano rialzato della struttura lasciando rifiuti di ogni genere, tra cui siringhe. Ci deve essere stato anche un tentativo di accendere il camino da tempo in disuso. Insomma, qualcuno si era stabilito nell’edificio in maniera illecita. E la proprietaria Monica Mazzone non se n’è stata con le mani in mano. «Sono venuta in possesso di questo stabile una quindicina di anni fa, pensavo di venderlo ma non ci sono ancora riuscita, su di esso pago l’Imu come seconda casa – spiega la serravallese –.  Sono consapevole dell’incuria in cui versa lo stabile, sono presa un po’ dallo sconforto per la maleducazione di chi utilizza i locali in questa maniera. Vorrei recuperarlo e valorizzarlo, ma non è una cosa semplice».

Riqualificazione

Da qualche anno la serravallese deve fare i conti con vandali, furti e abusivi. E da tempo sta pensando a come riqualificare la zona. «Tempo fa avevamo realizzato un progetto per sistemare l’ex mulino con una parte che doveva diventare ristorante e un lato invece da trasformare in uno spazio di laboratori ad uso delle scuole e della comunità – racconta la serravallese -. Poi per una serie di ragioni questo progetto non è andato in porto e ora io non ho le possibilità economiche per portare avanti interventi ingenti». La donna quindi lancia un appello: «Si tratta di una struttura che fa parte anche della storia del nostro paese. Mi spiace che l’area versi in tali condizioni, ma purtroppo non ho le possibilità per recuperarla. Pertanto se qualcuno o qualche ente volesse sostenere i lavori o avesse qualche idea per ridar vita all’immobile, sarei felice di prenderla in considerazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente