Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Sizzano scuola nuova: gli alunni tagliano il nastro
Attualità Novarese -

Sizzano scuola nuova: gli alunni tagliano il nastro

L'edificio ha un nuovo sistema di isolamento, serramenti più sicuri e altre migliorie

sizzano scuola

Sizzano scuola nuova inaugurata nei giorni scorsi: migliorati l’efficienza energetica e la sicurezza.

Sizzano scuola nuova l’inaugurazione

La scuola primaria di Sizzano, rimessa a nuovo, è stata inaugurata prima dell’inizio dell’anno dagli stessi alunni. È stato proprio un gruppo di bambini, infatti, a tagliare il nastro per celebrare il restyling dell’edificio scolastico, che ora accoglie i 55 allievi iscritti al nuovo anno. La cerimonia si è tenuta sabato scorso, alla presenza del sindaco Celsino Ponti, dell’intero consiglio comunale, della dirigente scolastica Antonella Lora con il personale della scuola, del presidente della Provincia Matteo Besozzi, della comandante della Polizia Locale Anna Assi e delle associazioni del paese. «Questo intervento – ha spiegato il sindaco – oltre che a evidenziare la particolare attenzione della mia amministrazione verso i nostri giovani, dando loro l’opportunità di fruire di una scuola più confortevole e accogliente, fa parte di un programma amministrativo volto alla riqualificazione energetica di tutti gli immobili comunali, con riscontro diretto sull’economia e indiretto verso la salvaguardia dell’ambiente».

I lavori

Ponti ha quindi riassunto il lungo iter che ha portato alla conclusione dei lavori, finanziati con un bando regionale per 480mila euro. Innanzitutto, sono stati messi in evidenza i problemi che presentava l’edificio in precedenza e che i recenti lavori hanno risolto: assenza di isolamento, scarsa qualità energetica dei serramenti esterni, pericolosità dei serramenti interni, problemi acustici nel locale adibito a mensa, pavimentazione da rifare in palestra, pareti interne con distacchi e presenza di alcuni bagni “alla turca” poco pratici per i bambini. L’ingegnere Stefano Vantaggiato, che ha seguito il progetto, ha illustrato i cambiamenti apportati. La dispersione termica è stata ridotta significativamente. Inoltre, i serramenti attuali sono perfettamente sicuri per i bambini. In mensa, è stato predisposto un soffitto che eviti il rimbombo. Nella palestra è stata posata una pavimentazione adatta allo sport, che limita l’affaticamento. I vetri sui serramenti interni sono ora a prova di rottura. È stato poi inserito un videocitofono.

Un investimento nel futuro

L’artista Ernesto Turolla, inoltre, ha rinnovato la sua opera dipinta sulla facciata. Soddisfatta la preside Antonella Lora, che ha ringraziato il personale: «Tutti i bambini – ha osservato – avrebbero diritto ad avere una scuola così: bella, sicura e pulita. Il dovere di tutti noi è quello di insegnare ai bambini ad apprezzare ciò che viene loro consegnato di bello. Ora, gli insegnanti e i bambini, in questo edificio, potranno fare tante cose belle, come hanno sempre fatto in precedenza». «Investire nella scuola – ha rimarcato Besozzi – significa investire nel futuro. Anche il personale lavora meglio in una scuola bella: speriamo si continui a investire in questo settore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente