Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Soccorso alpino vince premio “Fedeltà alla montagna” | Le foto
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Soccorso alpino vince premio “Fedeltà alla montagna” | Le foto

Le penne nere hanno voluto dare un riconoscimento agli “angeli della montagna”

Soccorso alpino vince premio “Fedeltà alla montagna”.  Le penne nere hanno voluto dare un riconoscimento agli “angeli della montagna” pronti a intervenire ogni volta che arriva una richiesta di aiuto.

Soccorso alpino vince premio “Fedeltà alla montagna”

Scorri per vedere le foto

I numeri di quest’anno sono già importanti, come spiega il delegato Simona Berteletti: «Nel 2018 abbiamo già effettuato 104 interventi in tutta la delegazione Valsesia-Valsessera, nel 2017 sono stati effettuati 135 interventi, mentre nel 2016 117 interventi». La maggioranza vengono fatti in alta Valsesia (da Alagna a Scopello, Valsermenza, Valmastallone). «Si tratta in grande maggioranza di infortuni di escursionisti, poi abbiamo in misura minore infortuni di alpinisti (creste di roccia, ghiacciaio) e sciatori fuoripista – riprende -. C’è poi una piccola percentuale di malori e di ricerche di persone disperse».

Oltre cento volontari

«Possiamo contare su 118 volontari – spiega il delegato Simona Berteletti -. Abbiamo inoltre tre unità cinofile, tre medici, tre infermieri e dieci tecnici di elisoccorso». La preparazione è tutto per i soccorritori: «Si entra facendo una selezione di ingresso con una prova di arrampicata e di sci, poi c’è il corso di formazione e si acquisisce il livello base. Dopo due anni di esperienza si può diventare tecnico di soccorso alpino oppure prendere vie specialistiche. A loro volta quelli che diventano tecnici possono due anni dopo diventare tecnici di elisoccorso, che turnano sull’elisoccorso». Insomma un percorso decisamente impegnativo. Il riconoscimento assegnato dalla Valsesiana rappresenta per il Soccorso alpino Valsesia e Valsessera uno stimolo ulteriore: «Ovviamente ci ha fatto molto piacere ricevere questo premio che viene riconosciuto a chi fa qualcosa per la montagna. E’ un bell’attestato di stima».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente