Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Stella Alpina e Valmos: fusione in vista per il calcio di Valdilana
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Stella Alpina e Valmos: fusione in vista per il calcio di Valdilana

Con il nuovo comune prende quota il progetto di creare un’unica società calcistica su tutto il territorio.

Stella Alpina e Valmos: «E’ un’idea nata da un po’, ma adesso i tempi sono maturi per un ente con giovanili, prima squadra e tre campi».

Stella Alpina e Valmos: una squadra unica per il nuovo Comune di Valdilana

E’ già qualcosa di più di una semplice idea: Stella Alpina e Biogliese Valmos stanno infatti lavorando ormai da alcuni mesi a un progetto di fusione per creare una unica società di calcio per tutto il territorio. «Con la Biogliese Valmos avevamo già collaborato in passato – spiega Andrea Braga, presidente della Stella Alpina -. Era stato fatto un discorso per i 2003 e per i 2005». Le due società hanno poi iniziato a incontrarsi per cercare di portare avanti un discorso di fusione. «Teniamo conto – osserva Braga – che comunque la Biogliese ha a disposizione diversi campi: Valle Mosso, ma anche Bioglio e Piatto. Noi invece abbiamo il campo di Ponzone e per l’inverno facciamo allenare i più piccoli al palazzetto dello sport». Nell’ultimo periodo poi la Stella Alpina ha visto il proprio settore giovanile crescere.

LEGGI ANCHE: Trivero Stella Alpina dopo anni ha il vivaio completo | Le foto delle squadre

La questione del nome

L’obiettivo quindi è presentarsi per settembre con una nuova veste. E il nome? «Su quello ci stiamo confrontando – riprende ancora Braga -. Ovviamente ci piacerebbe inserire il nome Valdilana visto che entrambe le società sono legate al nuovo Comune. Stiamo comunque lavorando in sinergia e spero davvero che questo progetto possa andare in porto». Braga potrebbe rimanere nelle vesti di presidente. «E’ da qualche anno che seguo una squadra della Stella Alpina come allenatore e quest’anno ho preso anche il patentino – spiega -. Mi piacerebbe dedicarmi più alla parte dirigenziale e ho dato la mia disponibilità comunque ad essere presidente della futura società. Vedremo cosa succede…».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente