Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Strada Noveis come una miniera di legname
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Strada Noveis come una miniera di legname

Coggiola, qualcuno rischia una multa salata per non aver ottemperato all’ordinanza comunale

Strada Noveis interessata da un incessante taglio piante. Si tratta di un’ordinanza emessa dal Comune

Strada Noveis in certi tratti c’erano le gallerie naturali

Il Comune di Coggiola invita a tagliare gli alberi lungo la strada di Noveis e i privati rispondono, almeno la maggior parte. Gli altri rischiano una multa salata per non aver ottemperato all’ordinanza comunale. In queste settimane tutta l’area che porta dalle frazioni alte di Coggiola fino a Noveis è interessata da un incessante taglio piante. Si tratta di un’ordinanza emessa dal Comune, ma rispetto agli anni scorsi non è un invito generico.

«Abbiamo preso spunto dal Comune di Portula»

«Abbiamo preso spunto dal Comune di Portula che qualche anno fa aveva chiesto la pulizia dei versanti lungo la strada per Trivero – spiega il sindaco di Coggiola Gianluca Foglia Barbisin -. Fino a qualche anno fa emettevamo la solita ordinanza, ma situazione era diventata pesante. Soprattutto durante l’inverno e in primavera con i temporali molte piante cadevano andando a ostruire anche la sede stradale – osserva Foglia Barbisin -. Rappresentava un vero pericolo. Inoltre la vegetazione era talmente fitta che nella zona di Noveis in alcuni punti le piante avevano costruito quasi una galleria naturale».

Ordinanze capillari

Insomma così non si poteva andare avanti e l’amministrazione comunale ha deciso di prendere spunto da Portula. «Gli uffici sono stati impegnati in una lunga attività di mappatura – riprende Foglia Barbisin – anche perchè ci sono centinaia di terreni e soprattutto migliaia di proprietari. Qualcuno magari non sapeva neppure di averlo. Abbiamo quindi recapitato a tutti l’ordinanza dove si spiega che bisogna intervenire e in caso contrario sarà il Comune a farlo addebitando le spese al proprietario». La risposta, nella maggior parte dei casi, c’è stata.

L’iniziativa riguarderà anche altre strade comunali

«So che molti proprietari si sono rivolti alle stesse ditte della zona – aggiunge – per pulire i propri versanti e osservare quindi l’ordinanza. Non possiamo che ringraziare i cittadini che hanno eseguito, ora procederemo ai controlli e chi non ha fatto il lavoro si vedrà recapitare il conto dell’intervento». Questa iniziativa riguarderà anche altre strade comunali. «Posso capire che per i proprietari può essere anche un fastidio dover tirare fuori dei soldi per tagliare alberi lungo una riva inutilizzabile – riprende -, ma in questo caso stiamo parlando di sicurezza». E la cronaca ricorda che anche i proprietari dei terreni possono essere responsabili nel caso in cui un albero cada addosso a una persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente