Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Studente Ipsia Borgosesia crea modello di treno magnetico
Attualità Borgosesia e dintorni -

Studente Ipsia Borgosesia crea modello di treno magnetico

Scelto il progetto di Florea Vasile tra quelli presentati dai ragazzi di quinta al concorso “Tecnicamente” di Adecco.

Studente Ipsia Borgosesia crea un treno a levitazione magnetica per un concorso Adecco.

Studente Ipsia Borgosesia crea modello di treno magnetico

Una treno a levitazione magnetica, una rotaia a cuscino d’aria, un miscelatore di liquidi computerizzato e una stampante 3D: sono i progetti presentati dagli studenti dell’Ipsia “Magni” di Borgosesia per il progetto Tecnicamente promosso da Adecco. A candidarsi sono stati nove alunni, delle quinte a indirizzo meccanico ed elettrico, suddivisi in quattro gruppi e supportati dai docenti Maurizio Testa, Giordano Giacobino, Piero Carrera e Luigi Scanavino.

I candidati al concorso

Gli studenti sono Florea Vasile che ha presentato il modellino di treno a levitazione magnetica, Anantharaja Vanushan, Gaspare Ciraulo, Mirinoui Otmane e Mattia Monticciolo con la loro stampante 3D, Vincent Longo e Pietro Bertuccelli con un miscelatore computerizzato, Federico Codoro e Luca Bertoletti con la rotaia a cuscino d’aria. In sede di presentazione, gli studenti hanno illustrato il loro progetto che intendeva essere una sorta di “curriculum diffuso”, una presentazione delle competenze professionali e individuali acquisite sia a scuola che attraverso le proprie passioni. La valutazione è avvenuta sulla base di voci quali l’applicabilità del progetto e le capacità espositive. Il vincitore, Florea Vasile, della quinta A elettrici, come premio avrà ora la possibilità di partecipare ad attività post diploma gestite da Adecco che hanno come obiettivo favorire l’inserimento nel mondo del lavoro.

Un Commento

  • Natale Locca ha detto:

    Con i loro importanti e meritati riconoscimenti i ragazzi del Magni sono a dimostrare che l’istituto è più che mai attuale, dinamico e prolifico.
    Da ex studente del Magni non posso che esserne orgoglioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente