Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Telecamere all’asilo nido: Gattinara tra i primi in Italia
Attualità Gattinara e Vercellese -

Telecamere all’asilo nido: Gattinara tra i primi in Italia

"Una tutela sia per i bambini che per il personale che lavora nella struttura".

telecamere all'asilo

Telecamere all’asilo nido: la novità introdotta a Gattinara.

Telecamere all’asilo

E’ destinato a salvaguardare la serenità dei bambini. Ma rappresenta uno strumento di tutela anche per il personale. Gattinara è tra le prime città italiane ad aver installato un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso nel nido comunale. La decisione è passata dall’avallo dell’Autorità garante per l’infanzia e per l’adolescenza, in base alle proposte di legge per prevenire e contrastare maltrattamenti e abusi negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia. «Insieme alle nostre brave maestre – commenta il sindaco Daniele Baglione – abbiamo colto immediatamente l’opportunità e abbiamo installato alcune telecamere nel nostro asilo nido, questo a tutela di tutti, bambini, genitori e personale che lavora nella struttura. Un modo per dare serenità all’utenza e al nostro personale».

Gli altri progetti

Il nido di Gattinara è all’avanguardia in diversi settori, come ad esempio con il Progetto matematica. Si tratta di una sperimentazione avviata, ormai da qualche anno, a Gattinara con l’Università di Padova. «Il nostro personale – aggiunge Baglione – si è sempre distinto per la programmazione educativa e per la professionalità».
Le riprese video verranno attivate nei prossimi giorni. Attualmente infatti il Comune sta acquisendo tutti i consensi previsti dalla legge, in particolare per quanto riguarda il divieto di utilizzo delle immagini per fini diversi da quelli relativi alla sicurezza dei bambini e del personale.

Diversi strumenti

«Ovviamente la videosorveglianza è un valido strumento di prevenzione e di contrasto – precisa Baglione -, che comunque va affiancato ad altre misure. Sono molto contento di aver tradotto in realtà nella città una proposta di legge di cui si parla da molto tempo e che ritengo di fondamentale importanza. Se questo sistema fosse stato introdotto negli anni passati, probabilmente si sarebbero potuti evitare molti drammi a carico dei bimbi e delle loro famiglie. Drammi che troppo spesso vengono raccontati a fatti ormai accaduti».

Recentemente, fatti di cronaca di questo tipo hanno riguardato Varallo e Crescentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente