Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Tennis tavolo Romagnano ricorda Ornella Fonio
Attualità Novarese -

Tennis tavolo Romagnano ricorda Ornella Fonio

La donna era moglie del presidente Gian Mario Paracchini: importante la sua presenza per la nascita dell'associazione sportiva.

Tennis tavolo Romagnano ricorda Ornella Fonio, moglie del presidente Gian Mario Paracchini nonché madre di Edoardo, uno dei primi tesserati. La donna è morta a 55 anni.

Tennis tavolo Romagnano ricorda Ornella e la nascita della società

Dalla dirigenza del Tennis tavolo Romagnano riceviamo e pubblichiamo.
«C’era una volta tanti anni fa… O meglio: c’erano una volta tanti anni fa tre papà (Davide, Gian e Mauri) con tre figli (Andrea, Edo e Jack) a cui piaceva giocare a ping-pong ed anche giocare a calcio (direi 2004-2005)… Questi papa’ iniziano a conoscersi nelle varie palestre dei grand prix giovanili ed anche i figli iniziano a conoscersi soprattutto in campo conservando chiaramente una certa sana rivalità… Si inizia ad avere una certa empatia comune che porta tutti ad incoraggiarsi l’un l’altro durante le gare, i figli iniziano a giocare in D2, giocano i gran prix, giocano i tornei di quinta categoria e le occasioni di incontrarsi in palestra cominciano a diventare numerose come le scorribande al bowling di Serravalle dove oltre a giocare ed a fare incetta di premi ci si diverte veramente (soprattutto i papà) con carambola, bowling, calcetto e via dicendo.

Il primo allenamento del TTR

«Si inizia a fare sul serio con le partecipazioni ai campionati italiani giovanili ed ai vari tornei nazionali e facendo un salto nel tempo si arriva alla stagione 2011-2012 dove i tre papà a furia di trovarsi nei vari tornei e negli stessi posti si dicono: perché’ non facciamo qualcosa tutti e tre insieme? E da una condivisione di forze ed una certa pazzia dalla fusione tra Ghemme e Grignasco nasce il Tennis Tavolo Romagnano nell’estate 2012 grazie a tantissimi altri amici che non nomino ora ma che tutti conosciamo. Sono passati sei anni ormai coronati da risultati inimmaginabili… Campionati vinti, tornei da dominatori, la medaglia paralimpica, l’incredibile avventura in A2, riconoscimenti vari, attività completa dai giovani ai veterani, i tre figli tutti in terza categoria categoria…

«E dopo tutti questi anni ancora in palestra quando giocano i nostri figli magari ormai in tono minore per poco allenamento, università ed altri motivi, in noi vedo la stessa faccia e la stessa (per modo di dire) sofferenza nonché la stessa soddisfazione di quando è iniziata questa avventura! E senza le nostre mogli e soprattutto mamme tutto questo non sarebbe stato possibile… Grazie Ornella».
Maurizio Rondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente