Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Termosifoni accesi nonostante il caldo: protesta a Gattinara
Attualità Gattinara e Vercellese -

Termosifoni accesi nonostante il caldo: protesta a Gattinara

Filiberti: «Dannoso per la salute dei bambini, per l’ambiente e per le nostre tasche»

Termosifoni accesi nonostante il caldo: protesta a Gattinara. A denunciare la situazione è l’insegnante ed esponente della minoranza consigliare, Laura Filiberti, alle prese pochi giorni fa con un clima decisamente “caldo”.

Termosifoni accesi nonostante il caldo: protesta a Gattinara

«Alle 10.30 – racconta Filiberti – varco la porta dell’atrio della scuola primaria per prendere servizio e una vampata di aria calda mi giunge in viso come uno schiaffo. Guardo i collaboratori, che subito mi rispondono che i termosifoni sono ancora accesi. Non riesco a crederci».

La segnalazione

Filiberti aggiunge che il problema era stato fatto presente più volte all’amministrazione comunale. «Da quando era arrivato questo caldo imprevisto – prosegue – abbiamo fatto più volte presente all’amministrazione comunale il problema, che comporta diversi aspetti allarmanti: un microclima inadeguato nelle aule con la conseguente difficoltà di concentrazione per gli alunni soprattutto nelle ore pomeridiane; la necessità di aprire almeno i vasistas delle finestre con la creazione di corrente d’aria e conseguenze per i bimbi sudati».

La problematica

Tra l’altro, sottolinea Filiberti, i termosifoni non si possono chiudere, «sia perché non sempre muniti di valvole, sia per motivi tecnici. A questi fattori, che sottolineo come insegnante, se ne aggiungono altri che porto all’attenzione come consigliere comunale e cittadina: un evidente spreco energetico oltre a un superfluo inquinamento atmosferico, elementi che hanno ricadute negative su tutti i cittadini. Spero che si prendano al più presto provvedimenti per la salute dei nostri bimbi, delle nostre tasche e del nostro ambiente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente