Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valduggia piange Sonia Vesco: uccisa dal male a soli 50 anni
Attualità Borgosesia e dintorni -

Valduggia piange Sonia Vesco: uccisa dal male a soli 50 anni

Tantissimi gli amici e i concittadini che hanno voluto salutarla per l'ultima volta

valduggia piange

Valduggia piange Sonia, portata via troppo presto dalla malattia.

Valduggia piange Sonia

Una chiesa gremita per dare l’ultimo saluto a Sonia Vesco, impiegata valduggese morta a soli 50 anni. Il funerale è stato celebrato venerdì mattina. La donna si è spenta lunedì all’ospedale di Novara, in seguito a una grave malattia che le era stata diagnosticata soltanto poche settimane prima. Vesco abitava in frazione Romagnasco con il marito Gianpiero Nicoli e il figlio diciannovenne Matteo. Da otto anni lavorava alla ditta “Il Pneumatico d’occasione” di Cavallirio.

Il ricordo delle amiche

E’ commosso il ricordo di chi la conosceva fin da ragazzina: «Qualche giorno prima sono andata a trovarla all’ospedale di Novara e abbiamo ancora chiacchierato e scherzato come avevamo sempre fatto – ricorda l’amica Sonia Arbellia -. Non sembrava che da lì a poco sarebbe volata in cielo, forse lo sapeva ma cercava di essere forte anche per tutti noi. Come ha sempre fatto, nei momenti più difficili della sua vita, si è aggrappata alla speranza. Siamo cresciute insieme, abbiamo condiviso molte esperienze: da ragazzine suonavamo entrambe la chitarra durante le messe a Valduggia, poi tanti altri momenti di gioia e serenità».

La famiglia e i viaggi

Sonia Vesco era una moglie e una madre esemplare: «Suo marito e suo figlio erano il mondo per Sonia: erano legati in tutto, qualunque cosa facesse al di fuori del lavoro voleva che coinvolgesse anche il marito e il figlio». Nel tempo libero, Sonia non rinunciava a viaggiare: «Per lei, le ferie significavano poter andare in giro – prosegue Arbellia -: ha fatto tanti viaggi, ogni volta che tornava pensava già al successivo. Amava viaggiare, conoscere nuovi posti e adorava la compagnia. Con il marito avevano prenotato una gita per l’8 dicembre a Monaco, a cui purtroppo hanno dovuto rinunciare».

Una persona solare

Nonostante le disgrazie che aveva dovuto affrontare nella vita (da ragazza le sono mancati i genitori), Sonia non ha mai perso il sorriso: «E’ sempre stata una persona solare e buona – la ricorda Luisa Palladino -: quando c’era bisogno di qualcosa, su di lei si poteva sempre contare. La conoscevo da anni e ogni volta incontrarci è stata una gioia, con lei era difficile esser giù di morale perchè aveva sempre le parole giuste per farti sentire bene». Il funerale è stato celebrato dal parroco di Valduggia don Dante Airaga venerdì mattina nella chiesa di Santa Maria; durante la funzione è stato letto un ricordo scritto dai nipoti. Con il marito Gianpiero e il figlio Matteo, Vesco ha lasciato la sorella Pamela e la suocera Giancarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente