Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valsessera in estate i pullman non passano più
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Valsessera in estate i pullman non passano più

Chiusa per ferie la linea che porta in Valsesia

valsessera in estate

Valsessera in estate il trasporto pubblico si fa più complesso: la linea verso la Valsesia chiude per ferie.

Valsessera in estate crisi di pullman

In estate diventa più difficile muoversi con i mezzi pubblici in Valsessera. La linea 70 va in ferie e chi è senza auto è destinato a starsene a casa o cercare un passaggio alternativo. Ferma per tutto agosto la tratta Crevacuore-Torino che però riprenderà per fine mese, a partire dal 27 agosto.

Linea chiusa

Con l’inizio di agosto la linea 70, quella che di solito viene utilizzata da anziani ma anche badanti dei Comuni di Coggiola, Pray, Crevacuore per andare verso Borgosesia è chiusa. Impossibile pianificare il viaggio sul portale Internet di Atap, l’azienda di trasporti. Il viaggio non è disponibile, dice il computer. Stessa informazione viene data al telefono. Insomma per motivi di budget si evitano viaggi con gli autobus non pieni. Peccato che magari ogni tanto qualcuno che utilizza questi percorsi c’è. Si tratta per lo più di anziani, ma anche di badanti che magari vogliono farsi un giro a vedere qualche negozio a Borgosesia oppure a Borgomanero. Ma senza l’autobus non c’è scelta: bisogna starsene fissi in Valsessera.

Mobilità sostenibile

L’Unione montana del Biellese orientale intanto ha aderito a un progetto di mobilità sostenibile, un servizio di trasporto pubblico a chiamata per collegare aree urbane come Biella a quelle interne più complesse da raggiungere. «Siamo certi che il progetto – spiega Paola Vercellotti, vicepresidente Uncem Piemonte – possa aiutare i territori come il nostro a ridefinire le modalità organizzative dei trasporti. I dati presentati durante l’incontro, la concertazione con aziende e comunità, può permettere all’Agenzia regionale per la mobilità e alla Regione di individuare con gli enti locali nuove opportunità, migliorare quelle esistenti, favorire l’accesso al trasporto pubblico». Tante le ipotesi in ballo: «L’obiettivo – riprende Carlo Grosso, presidente dell’Unione montana del Biellese orientale – è pensare a organizzare il trasporto pubblico in modo migliore e più economico, cercando di raggiungere in modo più capillare i territori. E poi c’è anche l’aspetto legato alla mobilità privata, tramite un accordo tra pubblico e privato si potrebbe pensare a un nuovo progetto di mobilità».

Per Torino

Intanto il ripristino della linea Atap Crevacuore-Trivero-Torino è realtà. Da febbraio è ripartita, dopo anni di stop, la linea degli studenti universitari dalla Valsessera verso Torino. Il pullman parte alle 5.20 del mattino da Crevacuore, fermerà a Pray, Coggiola, Trivero, Valle Mosso, Cossato, Mottalciata e al Crocicchio di Carisio. L’arrivo alla stazione di Porta Susa nel capoluogo piemontese è previsto alle 7.50. Il bus ripartirà alle 18 sempre da Porta Susa, per arrivare al capolinea di Crevacuore alle 20.30. La risposta da parte degli studenti e utenti in generale c’è stata e tornerà a fine mese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente