Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valsessera senza pullman per tutto agosto, insorgono i sindaci
Attualità Borgosesia e dintorni -

Valsessera senza pullman per tutto agosto, insorgono i sindaci

Portula, Coggiola e Pray sono isolati

Ad agosto la Valsessera resta senza pullman. L’Atap, la società che fornisce i servizi di trasporto in zona, ha infatti completamente eliminato nel periodo estivo la storica linea 70 che da Valle Mosso conduce a Borgosesia attraversando il Triverese. A essere completamente tagliati fuori sono i territori di Portula, Coggiola e Pray, paesi privi di altre linee (a Crevacuore transita invece anche una linea che passa da Sostegno e Roasio). Il pullman della linea 70 tornerà operativo lunedì 29 agosto. E i sindaci non ci stanno.

«Posso capire – commenta Gianluca Foglia Barbisin, primo cittadino di Coggiola – che l’azienda di trasporto debba sostenere dei costi non da poco per il servizio, e anche che nel mese di agosto ci siano pochi utenti. Credo però che non sia giusto eliminare del tutto un servizio, anche se si tratta di un mese. Noi siamo  orientati verso Borgosesia e penso che ci siano persone che abbiano bisogno di fare commissioni nel ”capoluogo” valsesiano. Ma così non abbiano modo di arrivarci con i mezzi pubblici. Si potrebbe mantenere il servizio in alcuni giorni o trovare delle soluzioni alternative alla chiusura totale di agosto».

Dello stesso avviso il sindaco di Portula Fabrizio Calcia Ros, che reputa importante mantenere il servizio di trasporto pubblico anche nei mesi estivi, trovando delle soluzioni per evitare costi elevati: «Trovo che togliere i pullman – dice – sia penalizzante per la nostra zona. Si potrebbe pensare di mettere un bus più piccolo. Capisco che un pullman sia difficile, molti girano semivuoti e i costi di mantenimento non sono da poco. Si potrebbe anche pensare a orari diversi; quando non ci sono le scuole è inevitabile che il flusso sia minore. A mio avviso si tratta di un servizio importante per le nostre valli. Ci sono persone che non dispongono delle auto e che magari avrebbero bisogno di spostarsi. Una soluzione credo si potrebbe trovare, così da evitare che la linea sia tolta ad agosto».

Anche il sindaco di Pray Gian Matteo Passuello non trova giusto togliere il servizio di trasporto dell’Atap ai paesi valsesserini, anche se si tratta di una “fermata” temporanea. «A mio avviso  questa decisione – commenta Passuello – è altamente penalizzante. I trasporti sono un servizio importante per i cittadini. E’ vero ormai che si utilizza quasi sempre l’automobile, ma ci sono persone, soprattutto anziane, che non dispongono dei mezzi per spostarsi e che magari devono recarsi in ospedale o fare commissioni. Personalmente mi rendo conto che anche il servizio di pulmino per andare al mercato a Pray è utile. Ci sono cittadini che se non ci fosse se ne starebbero a casa, non potendo fare la spesa. Questo credo valga anche per il servizio di trasporto di linea, che dovrebbe esserci, magari con un orario rivisto».

Articolo precedente
Articolo precedente