Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo inaugura colonna di 12 metri al ponte Antonini
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo inaugura colonna di 12 metri al ponte Antonini

E' la prima opera del nuovo Parco di arte contemporanea nell'area dell'ex Manifattura Rondi

Varallo inaugura colonna: sabato dalle 20.30 una grande festa aperta a tutti per svelare il pinnacolo-faro realizzato da Claudio Bonomi

Varallo inaugura colonna

Un pinnacolo-faro alto circa 12 metri. Questa l’opera-simbolo che sarà installata su ponte Antonini a Varallo. La scultura porta la firma di Claudio Bonomi, artista di Fervento con studio a Quarona, e verrà inaugurata nella serata di venerdì 6 luglio. «A partire dalle 20.30 ci sarà una grande festa aperta a tutti sul nostro storico ponte cittadino – annuncia il sindaco Eraldo Botta – e verrà presentata l’opera di Bonomi, la prima del nuovo Parco di arte contemporanea che si andrà a realizzare sotto l’ex Manifattura Rotondi, a poca distanza dal ponte».

La nuova scultura

Una scultura simbolo della creatività artistica realizzata con lamine metalliche a sbalzo e cesello. Un’opera unica in Valsesia e innovativa: dalle dimensioni, al materiale, alla tecnica. «Una scultura – dichiara Bonomi – che stimoli e invogli altri artisti a realizzare delle opere che formeranno il nuovo Parco di arte contemporanea che il Comune intende realizzare. Sono gratificato di avere ricevuto questa commissione dall’amministrazione di Varallo e di aver realizzato un’opera per la città dove sono nato».

Sarà collocata a poco distanza dal punto in cui si trovava l’antica colonna di granito

Il pinnacolo sarà collocato in piazza Antonini, di fronte all’edicola, a poca distanza dal punto dove si trovava l’antica colonna di granito che in origine abbelliva il primo ponte sul Mastallone, quello a schiena d’asino che si vede nel dipinto del pittore Giovanni Avondo conservato in Pinacoteca e che, quando il ponte venne ampliato nell’Ottocento, fu spostata ai piedi della salita della Collegiata di San Gaudenzio dove si trova tuttora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente