Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Vegani Quarona contro la gara di pesca
Attualità Borgosesia e dintorni -

Vegani Quarona contro la gara di pesca

Lo scorso fine settimana presidio a Doccio: gli attivisti si sistemano a monte delle lenze e cercano di spaventare e far scappare i pesci.

Vegani Quarona in azione per protestare contro la gara di pesca. Lo scorso fine settimana presidio a Doccio per far scappare i pesci.

Vegani Quarona contro la gara di pesca

Si sono piazzati a monte del tratto dove si svolgeva la gara, e con bastoni hanno mosso l’acqua cercando spaventare i pesci. Questa la protesta messa in atto lo scorso fine settimana a Doccio di Quarona. Il tema degli attivisti dell’Avi (Associazione vegani italiani) era questo: “Anche i pesci sono esseri senzienti”. Alla giornata, che si è svolta in modo pacifico contrariamente a quello che era accaduto due anni fa, hanno preso parte una decina di persone che, “armate” di bastoni e di altri oggetti hanno mosso l’acqua facendo rumore, in modo da far scappare i pesci.

«Con i pesci non si gioca»

«Quest’anno – dice il referente Antonino Curcio – non abbiamo organizzato un blitz come due anni fa; avevamo infatti i permessi della questura, che ci ha dedicato una postazione a monte della gara di pesca». L’obiettivo dei vegani era disturbare la fauna ittica, rendendo così difficile la pesca. «Siamo contro lo sfruttamento degli animali per attività ludiche – precisa Curcio -. La pesca rientra tra queste attività, anche quella detta “no kill”, cioè dove si ributta il pesce in acqua vivo: gli ami staccano parte del labbro degli animali, rendendo loro difficile nutrirsi, condannandoli così a morte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente