Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Villa Becchi e Milanaccio all’asta per 7,6 milioni
Attualità Borgosesia e dintorni Varallo e Alta Valsesia -

Villa Becchi e Milanaccio all’asta per 7,6 milioni

C'è tempo fino al 27 febbraio per partecipare

asta Milanaccio, Borgosesia, Varallo, asta, vendita

Villa Becchi e Milanaccio: le due strutture sono state messe in vendita nei giorni scorsi.

Villa Becchi e Milanaccio i prezzi

Le due strutture di Borgosesia e Varallo in vendita. Ci vogliono quattro milioni per Villa Becchi e 3,6 milioni circa per il Milanaccio. Da anni se ne parla e se ne discute, non senza polemiche anche accese. Nei giorni scorsi, i centri sportivi di Varallo e Borgosesia sono stati messi sul mercato. Villa Becchi e il Milanaccio fanno capo alla Srl “Centro sportivo Milanaccio”. La sede è in via dell’Annunziata a Milano. Saranno vendute al miglior offerente. L’importo a base d’asta stabilito è esattamente di 4.001.050,48 euro per il complesso varallese situato a nord della città. Conta piscina e centro benessere. E’ di 3.641.794,89 euro il prezzo base per lo storico centro sportivo borgosesiano. Nato nel 1970 in viale Varallo come ampia struttura sportiva, in origine contava palazzetto, piscina, bocciodromo, schettinaggio, tennis, palestra, mini golf, bar, parco e ampio parcheggio. Ora la punta di diamante resta la piscina.

Una possibilità da Varallo

Nel futuro il nome di Villa Becchi sarà con ogni probabilità associato al Comune di Varallo, che avanzerà una proposta di acquisto. Resta il punto interrogativo sul Milanaccio. «Innanzitutto vediamo se arriveranno offerte – afferma il vice sindaco Pietro Bondetti, attuale amministratore unico della società “Centro sportivo Milanaccio” – e poi ci muoveremo di conseguenza. Naturalmente la partecipazione al bando è aperta a tutti. Da parte nostra c’è la volontà di garantire senz’altro la continuità a Villa Becchi e di potenziarla, mentre per quanto riguarda il centro sportivo di Borgosesia ci auguriamo che l’amministrazione di quel comune si faccia avanti al fine di scongiurarne la chiusura e tutta l’area sportiva diventi di proprietà di quella città. Del resto – sottolinea l’amministratore – sono strutture che hanno elevati costi di gestione e dunque sono costantemente in perdita, ma è proprio per questo motivo che spetta alle amministrazioni pubbliche farsene carico per continuare a offrire tali servizi sul territorio. Fruiscono dei servizi di Villa Becchi come del Milanaccio non solo i varallesi o i borgosesiani ma abitanti di tutta la media e alta valle. Per questo occorre pensare non solo agli introiti, ma a mantenere in vita delle strutture utili alla collettività».

Come partecipare

Chi fosse interessato ha tempo fino alle ore 12 di martedì 27 febbraio per inviare il plico. Deve contenere la domanda di partecipazione e l’offerta. Può essere inviato tramite posta raccomandata oppure via e-mail all’indirizzo di posta certificata: centrosportivomilanaccio@interfreepec.it. Si può anche consegnarlo a mano alla sede operativa di Varallo in Via M.T. Rossi al numero civico 14. Il bando di gara è consultabile al sito: www.comune.varallo.vc.it. Eventuali richieste di chiarimento o informazioni aggiuntive potranno essere richieste a Bondetti al numero 335.5386592 o tramite e-mail: pietrobondetti@libero.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente