Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Caccia al cinghiale tra Borgo e Valduggia, residenti preoccupati
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Caccia al cinghiale tra Borgo e Valduggia, residenti preoccupati

Tale pratica diventerebbe pericolosa qualora i cani dei cacciatori dovessero inseguire i cinghiali facendoli arrivare fino alla strada

Gruppi di cacciatori tra Borgosesia e Valduggia che di notte si appostano nei boschi per stanare i cinghiali e sparargli non appena si fa giorno? E’ destinata a far discutere la segnalazione di tale pratica, che, se corrispondesse al vero, diventerebbe pericolosa qualora i cani dei cacciatori inseguissero i cinghiali facendoli arrivare fino alla strada, con ovvie conseguenze per auto, motociclette e conducenti. Chi ha segnalato il problema spiega che gli ungulati escono di notte e si avvicinano ai corsi d’acqua per bere e per mangiare, per poi tornare da dove sono venuti. A volte quest’ultimo passaggio gli viene impedito dai cacciatori, che li trattengono sul posto per ucciderli appena possibile. Una pratica che aiuta sicuramente a fare carniere, ma che a detta di alcuni può diventare molto pericolosa se gli animali, spaventati, raggiungono la provinciale. I cinghiali sono animali abitudinari ed è stato facile, una volta piazzate fototrappole che ne rilevano i movimenti, scoprire verso che ora scendono lungo i torrenti e anche capire quanti sono.

E’ soprattutto attorno alle 4 di notte che questo gruppo di cacciatori entra in azione, in modo particolare la domenica, non lasciando più allontanare i cinghiali fino all’alba, quando si può iniziare a sparare. Fino a quel momento i cacciatori non entrano in azione, ma delimitano la zona per farlo poco dopo. Stando alle segnalazioni questa storia andrebbe avanti da un pezzo, ma poi le responsabilità si rimbalzano e nessuno mette fine a questa pratica. Con il rischio che uno o più cinghiali arrivino fino alla strada. «Ci sono dei comportamenti che i cacciatori sono obbligati a tenere – spiega Giovanni Negra della Federazione italiana della caccia -, ne va del nome della categoria e c’è in gioco il rispetto degli altri cacciatori. Ci auguriamo che i cittadini che hanno qualcosa da segnalare lo facciano alle autorità competenti, in modo particolare se si dovessero sentire degli spari nelle ore notturne si devono subito chiamare i carabinieri».

Articolo precedente
Articolo precedente