Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Cane ucciso a Gattinara: il cerchio si stringe
Cronaca Gattinara e Vercellese -

Cane ucciso a Gattinara: il cerchio si stringe

Per l'Aidaa «ci sono indicazioni che portano molto vicino all'individuazione dell'assassino»

Cane ucciso a Gattinara, per l’Aidaa «ci sono indicazioni che portano molto vicino all’individuazione dell’assassino»

Cane ucciso a Gattinara, l’assassino abiterebbe in zona

Stando a un comunicato stampa diffuso da Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) si starebbe stringendo il cerchio attorno all’autore dell’assassinio del cane trovato morto nei giorni scorsi con un proiettile in testa tra Gattinara e Rovasenda. Diverse le testimonianze raccolte in queste ore, secondo le quali il cane sarebbe scappato la sera precedente. Ad avvistarlo, un automobilista.

La testimonianza

Secondo quanto raccontato, infatti, «il cane camminava sulla strada provinciale a circa un chilometro dal canale Marchiazza». Secondo questo primo testimone oculare, il cane camminava in mezzo alla strada e per evitarlo l’uomo avrebbe frenato bruscamente, poi il cane «sarebbe scappato attraverso le campagne circostanti». Il cane è stato ritrovato il mattino dopo. La sua esecuzione sarebbe avvenuta in quel lasso di tempo.

«Questo crimine non deve restare impunito»

«Ci sono indicazioni precise in merito alla provenienza del cane che portano vicino all’individuazione dell’assassino, che da quanto ci risulta abiterebbe in zona», si legge in un comunicato di Aidaa. «Abbiamo informazioni precise che conducono verso l’assassino – dice Lorenzo Croce, presidente dell’Associazione, – appena abbiamo raccolto tutte le testimonianze le invieremo alle forze dell’ordine, questo crimine non deve restare impunito».

Un Commento

  • Claudio ha detto:

    Giusto “porre un freno” a episodi simili, di tal brutalità.
    Giustappunto, se verrà individuato, (lo spero davvero tantissimo), non “finisca” come solitamente accade…una lieve multa, e…tutto finisce li! No, la Legge prevede che, non si può “maltrattare un animale da compagnia”, tanto peggio…addirittura ucciderlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente