Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Coggiola coperta la casa bruciata: i danni sono ingentissimi
Cronaca Sessera, Trivero, Mosso -

Coggiola coperta la casa bruciata: i danni sono ingentissimi

Si tratta di uno degli immobili storici del paese

coggiola coperta

Coggiola coperta la casa devastata dall’incendio: è il primo passo per la riqualificazione.

Coggiola coperta la casa incendiata

Primo intervento per una delle case storiche di Coggiola che è stata gravemente danneggiata da un incendio. Nei giorni scorsi un telone è stato sistemato come copertura, almeno per evitare che pioggia e neve possano peggiorare la situazione dell’edificio visto che ormai il tetto non esiste più. E’ il primo intervento prima di poter procedere a una riqualificazione dell’immobile. Difficile quantificare ancora i danni anche perchè l’intero edificio è stato in qualche modo danneggiato. Gli ultimi due piani infatti erano stati pressoché distrutti dal fuoco, mentre gli altri due livelli sottostanti sono stati bagnati e rovinati.

Le fiamme

Per spegnere l’incendio che rischiava anche di propagarsi alle case vicine erano intervenute sette squadre dei vigili del fuoco tra Ponzone e Biella. A causare l’incendio quasi sicuramente un surriscaldamento della canna fumaria con il fuoco che aveva subito preso il tetto. La presenza di legno all’interno della struttura ha permesso alle fiamme di divampare facilmente. Si tratta infatti di un immobile storico di Coggiola costruito su più livelli ma con stanze piccole, come si usava un tempo.

Il recupero

Al proprietario dell’immobile non è rimasto molto dopo l’incendio. Era riuscito a recuperare un po’ di vestiti e mobili grazie ai vigili del fuoco subito dopo l’incendio, mentre il resto è tornato a recuperarlo nei giorni successivi. «E’ stato un incendio dalle vaste proporzioni – commenta il sindaco di Coggiola Gianluca Foglia Barbisin -. Come Comune ci eravamo messi a disposizione del proprietario per capire se avesse avuto bisogno di una sistemazione. Si è comunque aggiustato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente