Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Gianluca Camaschella, il dolore della Valsesia
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Gianluca Camaschella, il dolore della Valsesia

Una tragedia sconcertante che ha strappato alla vita un ragazzo di 17 anni. Domani la difficile ripresa delle lezioni all'Alberghiero di Varallo

gianluca camaschella

Gianluca Camaschella, dopo la tragedia lo choc in tutta la Valsesia. Il giovane studente è morto dopo aver avuto un incidente con la moto poco fuori Rassa.

Gianluca Camaschella, i giorni del dolore

Sotto choc la Valsesia per la tragedia che ha strappato alla vita Gianluca Camaschella, studente di soli 17 anni residente a Mollia. Il giovane era molto conosciuto: sognava di diventare chef e intanto dava una mano all’Hostaria di Bricai di Rassa. Appassionato di moto e di auto, ma anche dei silenzi della montagna, che frequentava spesso con i ragazzi del Grim di Varallo. Conosciuti anche i genitori: la madre ha un esercizio ricettivo, il padre lavora alla Zegna Baruffa di Borgosesia. Nessuno, né tra i parenti, né tra gli amici, riesce a capacitarsi per quello che è accaduto.

Per l’istituto alberghiero domani una ripresa nel lutto

Domani mattina l’istituto alberghiero Pastore di Varallo riprenderà le attività dopo le vacanze di Pasqua. Non sarà facile per insegnanti e studenti ripartire all’indomani di una tragedia che nella scuola ha colpito tutti.  La serata di Pasqua Gianluca stava tornando a casa dopo aver lavorato a Rassa: a un certo punto non è più riuscito a controllare la sua moto 125 ed è finito contro il guard-rail. Per lui, nulla da fare.

Prima l’autopsia, poi il funerale

Adesso, come è di prassi, sul suo corpo sarà eseguita l’autopsia, anche per verificare se la sbandata fatale possa essere stata provocata o favorita da un malore. Un atto dovuto, che comunque non cambia le cose per i familiari, gli amici e tutti coloro che avevano avuto modo di conoscerlo. Una volta avuto il via libera dalla magistratura si potrà fissare la data del funerale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente