Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Gite scolastiche, la polizia controlla i pullman
Cronaca Novarese -

Gite scolastiche, la polizia controlla i pullman

Controlli anche per quanto riguarda l'uso del cellulare durante la guida e le cinture di sicurezza

gite scolastiche

Gite scolastiche gli autobus sotto la lente della Polizia.

Gite scolastiche i controlli

Le strade della Valsesia e dell’alto Novarese sotto l’occhio della Polizia per assicurare maggiore sicurezza. La Polstrada di Romagnano e Varallo nei giorni scorsi ha effettuato una serie di controlli mirati per evitare incidenti e disagi. Nel mirino sono finiti gli automobilisti che, nonostante la cosa sia vietata ormai da anni, stanno ancora al volante con il telefonino all’orecchio. Le squadre sono però impegnate anche nel verificare la situazione degli autobus utilizzati dalle scuole per le gite.

Cinture e assicurazioni

Nei giorni scorsi sull’autostrada Voltri-Sempione è stato fermato un 25enne di Napoli che viaggiava su una Fiat 500; il giovane è risultato privo dell’assicurazione dell’auto. Il controllo è avvenuto all’altezza del casello di Arona. Sempre sulla A26 sono stati fermati altri nove automobilisti sorpresi senza cintura o con il telefonino all’orecchio, per tutti è scattata la multa da 81 a 161 euro e cinque punti in meno sulla patente.

Gli autobus per le gite

Intanto con la bella stagione e con le ultime settimane di scuola sono pronte a partire le gite degli studenti. E così la Polstrada di Vercelli e Varallo è impegnata in queste settimana in una serie di verifiche proprio sugli autobus utilizzati dalle scuole per le gite scolastiche. Si tratta di controlli a campione e a sorpresa. La pattuglia si presenta proprio nel giorno della partenza verificando che i documenti del pullman siano in ordine, ma soprattutto che il mezzo abbia superato tutti i controlli del caso. Un’operazione che viene fatta nell’interesse degli studenti e delle loro famiglie proprio per evitare incidenti. Finora tutti i controlli hanno dato esito positivo, le gite hanno potuto partire senza alcun disagio, magari solo con una mezz’ora di ritardo rispetto al programma. Va detto che le aziende di trasporto sono diventate molto più attente anche per quanto riguarda la manutenzione dei mezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente