Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Polizia Ferroviaria, il bilancio del 2018 in Piemonte
Cronaca Gattinara e Vercellese -

Polizia Ferroviaria, il bilancio del 2018 in Piemonte

Avviato un contrasto all'immigrazione clandestina

Polizia Ferroviaria, pubblicato il bilancio del 2018 in Piemonte.

Polizia Ferroviaria, un anno di lavoro

Meno delitti in ambito ferroviario nel 2018: 693 quelli registrati nell’ultimo contro gli 848 del 2017, addirittura 1114 nel 2016. E’ stato anche un anno di contrato all’immigrazione clandestina, come i tunisini fermati sulla tratta Domodossola-Svizzera.

Il ricordo di Caluso

«L’evento paradigmatico del 2018 – si legge nel report – che ha segnato in modo indelebile la memoria professionale di ogni operatore Polfer intervenuto, è e rimarrà il disastro ferroviario di Caluso, nella notte tra il 23 e il 24 maggio, dove personale della Specialità: insieme alla Questura, ai Carabinieri, agli enti di soccorso sanitario e tecnico, ha gestito le delicate fasi di soccorso ai 25 feriti e assistenza alle famiglie delle due vittime, il macchinista di Trenitalia e un cittadino rumeno addetto alla scorta del trasporto eccezionale su strada; insieme a RFI ha gestito la complessa messa in sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria e dei convogli; coordinato dalla Procura di Ivrea, insieme alla Polizia Stradale, ha avviato gli accertamenti tecnici specialistici, proseguiti nei giorni e settimane successivi, per stabilire la dinamica dell’incidente, ruoli e ambiti di responsabilità; per dieci giorni ha presidiato continuativamente la zona a custodia del passaggio a livello, dell’area e dei mezzi sottoposti a sequestro dalla A.G., per preservare l’integrità delle fonti di prova».

Un po’ di numeri

Durante tutto il 2018, gli operatori del Compartimento hanno proceduto a controllare ed identificare complessivamente 99.438 persone di cui n. 32.178 straniere e 4.253 minori. Del totale, 38.107 sono gli identificati a bordo treno. Le persone arrestate sono state 44, mentre quelle indagate a piede libero 727. 4.350 i veicoli controllati lungo il perimetro delle stazioni e nei piazzali antistanti, con 595 violazioni al Codice della Strada contestate. Nell’espletamento dei servizi specifici sopra accennati sono state sequestrate 35 armi, di cui n. 27 da taglio e n. 8 improprie; tra lo stupefacente sequestrato, nel corso dei quotidiani servizi di controllo ai pendolari, specie ragazzi e giovani, oltre 4 kg di marijuana e decine di pezzi di droga sintetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente