Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Rimborsopoli Piemonte: nel mirino la legislatura Bresso
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Rimborsopoli Piemonte: nel mirino la legislatura Bresso

Avviso di garanzia per 50 ex consiglieri sospettati di aver messo in conto alla Regione spese private.

Rimborsopoli Piemonte: aperta nuova inchiesta, nel mirino della procura 50 consiglieri della legislatura Bresso.

Rimborsopoli Piemonte capitolo due: avviso di garanzia per 50 persone. Con il rischio prescrizione

Mentre si sta ancora celebrando il processo di appello per la Rimborsopoli della legislatura di Roberto Cota, la procura ha inviato 50 avvisi di garanzia a 71 consiglieri della legislatura precedente, quella guidata da Mercedes Bresso. Tra questi c’è anche il vercellese Luca Pedrale e i biellesi Wilmer Ronzani e Lorenzo Leardi. Tutti finiti nel mirino per spese rimborsate dall’ente pubblico che però non rientrerebbero tra quelle considerate come attività istituzionali, ma come spese private o comunque del partito. Ovviamente poi ognuno fa caso a sè. Tutta l’operazione rischia però di finire sui binari morti della prescrizione, che per i primi presunti reati scatterà già nel 2020. Considerati i tempi della giustizia, difficile pensare di arrivare a sentenza definitiva per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente