Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Ritrovato bassorilievo rubato nel 1977 dalla chiesa di San Martino a Roccapietra
Cronaca Varallo e Alta Valsesia -

Ritrovato bassorilievo rubato nel 1977 dalla chiesa di San Martino a Roccapietra

Era a Moncalieri nella casa di un collezionista. L'opera risale al XVII secolo

Ritrovato bassorilievo rubato, si tratta del “Cristo nell’orto degli ulivi”, attribuito allo scultore valsesiano Gaudenzio Sceti. Ce lo aveva in casa a Moncalieri un collezionista pensionato

Ritrovato bassorilievo rubato a Varallo

I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia e dell’arma territoriale, coordinati dalla procura della Repubblica di Torino, hanno recuperato un importante bassorilievo ligneo risalente al XVII secolo; si tratta del “Cristo nell’orto degli ulivi”, attribuito allo scultore valsesiano Gaudenzio Sceti, rubato nella notte del 23 gennaio 1977 dalla chiesa di San Martino, a Roccapietra, Varallo. I ladri, 41 anni fa, riuscirono a sottrarlo dalla cornice dell’altare maggiore, che contiene la statua della “Madonna del Rosario”. Le prime tracce di questo piccolo gioiello dell’arte vercellese erano emerse alla fine del 2017 nell’ambito di un’indagine orientata  a smantellare un’organizzazione specializzata nel furto e nella ricettazione di opere d’arte religiose. Si arrivò così a una perquisizione nella casa di un uomo residente a Moncalieri, pensionato e collezionista, presso la quale fu ritrovato il bassorilievo sparito nella frazione varallese. L’opera è stata restituita alla parrocchia di San Martino a Roccapietra.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente