Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Romagnano ricorda Michela Galli, storica commessa
Cronaca Novarese -

Romagnano ricorda Michela Galli, storica commessa

A ricordarla con grande affetto il sindaco Cristina Baraggioni

Romagnano ricorda Michela, in paese era nota per avere lavorato a lungo nella merceria all’angolo di piazza Libertà, poi diventata il negozio di abbigliamento “Valma”

Romagnano ricorda Michela

Romagnano ha dovuto dire addio troppo presto a una sua concittadina: Michela Galli si è spenta a soli 67 anni, dopo avere lottato per diversi mesi contro una malattia che non le ha lasciato scampo. In paese era nota per avere lavorato a lungo nella merceria all’angolo di piazza Libertà, poi diventata il negozio di abbigliamento “Valma”. Ha inoltre lavorato in una rivendita di scarpe di Novara. Nata il primo maggio 1951, Galli era originaria di Cameri. Sposata con Piero Renolfi, ha seguito per diversi anni il marito nei viaggi di lavoro intorno al mondo, vivendo a lungo all’estero, per poi stabilirsi con lui a Romagnano dopo la nascita del figlio Davide.

«Era una persona meravigliosa»

A ricordarla con grande affetto il sindaco Cristina Baraggioni, che le era molto legata grazie anche agli anni trascorsi da Michela al lavoro nella merceria di sua zia: «Credo che Michela sia una delle persone più buone, sensibili e generose che abbia mai incontrato – racconta – aveva sempre una buona parola per tutti. La sua generosità era silenziosa, fatta di gesti quotidiani, con discrezione. Si è sempre data da fare per tutti». Il suo carattere allegro e socievole la rendeva molto benvoluta in paese: «Parlava volentieri con tutti – ricorda ancora il sindaco – al rosario per lei e alle esequie, infatti, c’erano moltissime persone. Questo a dimostrazione del fatto che nella sua vita ha saputo davvero amare».

La famiglia al centro della sua vita

Al centro della sua vita c’è stata la famiglia: «Con suo marito formava una coppia davvero unita – prosegue Baraggioni – ora era in pensione e si dedicava a fare la nonna a tempo pieno. I due nipotini erano il suo primo pensiero e credo lo siano stati fino all’ultimo momento». Ha sempre dedicato molto volentieri il suo tempo ai due bimbi. Ma oltre che sulla famiglia, Michela Galli poteva contare su molti amici: «Aveva un senso dell’amicizia molto profondo e ormai raro, ed è sempre stata così: fino all’ultimo momento, pensava sempre agli altri – spiega il sindaco – Insieme al marito, sapevano volere bene agli amici. Per me c’è sempre stata, mi mancherà moltissimo e so che mancherà a tante persone, tutte quelle che hanno avuto la fortuna di conoscerla. È stata una persona davvero speciale». Oltre al marito Piero e al figlio Davide, Michela Galli ha lasciato la nuora Elisa, i due nipotini e la sorella Luisella. Chi avesse piacere di ricordarla con una donazione può effettuarla alla Fondazione Edo ed Elvo Tempia di Gattinara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente