Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Spaccio nei boschi di Boca e Prato Sesia: c’è il processo
Cronaca Novarese -

Spaccio nei boschi di Boca e Prato Sesia: c’è il processo

Processo complicato per un marocchino riconosciuto da alcuni testimoni, mentre altri dicono di non averlo mai visto.

Spaccio nei boschi di Boca e Prato Sesia: c’è il processo. Un 23enne marocchino di Cantù si trova sotto processo per essere considerato uno della banda degli spacciatori che operavano nei boschi novaresi.

Spaccio nei boschi di Boca e Prato Sesia: c’è il processo

Era stato arrestato nel 2016 nell’ambito di un’operazione condotta dal Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri di Arona. L’indagine aveva permesso di sgominare un gruppo di marocchini dediti allo spaccio di centinaia di grammi di cocaina, hashish ed eroina alla settimana nei boschi del Medio Novarese. In particolare, la zona interessata dai fatti era quella tra Gargallo, Cavallirio, Gozzano, Boca, Pogno, Prato Sesia, Gattico e Borgomanero. L’uomo, difeso da un legale di Como, l’avvocato Angelo Bianchi, era stato identificato in fotografia da diversi consumatori che si recavano nei boschi ad acquistare la droga. Ascoltati diversi testimoni che hanno anche accusato i carabinieri di forzature nelle indagini, questo ha comportato la trasmissione degli atti in Procura per falsa testimonianza e calunnia. Nelle passate udienze è stato ascoltato anche un militare dell’Arma, che ha raccontato la genesi dell’inchiesta. La prossima udienza è prevista per il mese di settembre con la sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente