Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Tentato suicidio a Borgosesia, l’uomo fuori pericolo
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Tentato suicidio a Borgosesia, l’uomo fuori pericolo

Nemmeno una frattura dopo un volo di dieci metri dal ponte di Agnona: era in città per cercare lavoro in un'associazione con la quale aveva collaborato in passato

Tentato suicidio a Borgosesia, è fuori pericolo l’uomo che mercoledì mattina si è buttato dal ponte nuovo di Agnona

Tentato suicidio a Borgosesia, l’uomo sta meglio

E’ fuori pericolo l’uomo che mercoledì mattina ha tentato il suicidio buttandosi dal ponte di Agnona a Borgosesia. In realtà, è stato quasi miracolato: nemmeno una frattura. L’unico problema era il rischio di ipotermina, vista la permanenza nelle acque fredde del Sesia. Si tratta di un uomo di 48 anni originario di Masera, vicino a Domodossola, che aveva lavorato a Borgosesia.

Era tornato a Borgo per cercare lavoro

L’uomo era in città per cercare un’occupazione. Per questo motivo si era presentato nella sede di un’associazione con la quale aveva collaborato in passato. I volontari si sono quasi subito accorti che era in stato confusionale, e così lo hanno accompagnato al pronto soccorso. Da dove però l’uomo è scappato prima ancora di essere sottoposto ad un controllo. Ha percorso un tratto di strada, molto trafficata di auto e camion a quell’ora, raggiungendo il ponte sul Sesia. Dopo aver superato il parapetto e si è lanciato nel vuoto, con l’intenzione di farla finita. Il salto è notevole: si tratta infatti di una decina di metri.

L’allarme dagli automobilisti

La scena, intorno alle 11, è stata notata da alcuni automobilisti, che hanno immediatamente chiamato i soccorsi; sono intervenuti i carabinieri, la polizia municipale, il 118 e i vigili del fuoco di Varallo. Ormai preparati al peggio, ai soccorritori si è presentata invece una scena ben lontana da quella temuta. L’uomo non solo era vivo, ma pure stava nuotando con vigore contro la corrente per raggiungere la riva. Arrivato ad un centinaio di metri a valle del ponte, però è rimasto bloccato in acqua dalle rocce, che in quel punto impediscono la risalita. E’ stato quindi successivamente tratto all’asciutto dai vigili del fuoco, scesi da un sentiero sulla sponda aranchese utilizzato dai pescatori. Disteso su una barella, è stato riportato con l’ambulanza al pronto soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente