Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Valduggia donna minacciata: meglio se tieni i cani in casa
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Valduggia donna minacciata: meglio se tieni i cani in casa

Stefania Boscolo ha presentato denuncia ai carabinieri e posizionerà delle telecamere per sorvegliare la sua abitazione

Valduggia donna minacciata per i suoi cani, presto posizionerà delle telecamere collegate al cellulare

Valduggia donna minacciata: «Se tieni ai cani non lasciarli in giardino»

La minaccia non lascia alcun dubbio: «Se tieni ai cani non lasciarli in giardino». Se l’è vista recapitare nella buca delle lettere una donna di Valduggia. Che ora è preoccupata: ha già presentato denuncia ai carabinieri e presto metterà delle telecamere per sorvegliare la sua abitazione. Stefania Boscolo, da dicembre abitante a Valduggia in via Falda, non accetta che i suoi due cani possano essere in pericolo: «Non riesco a capire cosa possa portare qualcuno a fare una minaccia simile – si chiede -. Ora ho paura a lasciarli soli, quando durante il giorno mi reco al lavoro. E dovrò prendere le mie cautele».

«Se esagerano nell’abbaiare sono io la prima a sgridarli»

La missiva, ovviamente anonima e scritta utilizzando lettere ritagliate da giornali, è stata lasciata nella buca delle lettere. «Posso solo pensare che qualcuno si senta infastidito dalla presenza dei miei cani – ipotizza Boscolo -. Certo, abbaiano, ma come fanno tutti i cani quando vengono disturbati o nel caso qualcuno si avvicini all’abitazione. Quando sono a casa, sono sempre con me, e di notte dormono all’interno. Se esagerano nell’abbaiare sono io la prima a sgridarli».

La donna si è rivolta ai carabinieri e all’Enpa

Dopo l’arrivo della lettera di minaccia, Boscolo si è rivolta ai carabinieri e all’Enpa, e presto posizionerà delle telecamere, con un collegamento al cellulare, a coprire la casa e soprattutto il giardino: «Sono costretta a prendere le mie tutele – dice -: potrebbe essere uno scherzo di pessimo gusto, però potrebbe anche essere una denuncia reale, visto che ultimamente si sono moltiplicati episodi di animali maltrattati».  Appena dopo essersi trasferita a Valduggia, Boscolo aveva pensato di avvisare della presenza dei cani in casa: «Anzichè il classico cartello con “attenti al cane” – spiega -, ho messo un cartello con la foto di uno di loro e questa frase “io abbaio quando c’è qualcuno perché è il mio dovere. Siamo più saggi noi cani delle persone che usano la lingua senza motivo. Attenti al cane, mi chiamo Leone”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente