Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Alpàa Varallo Edoardo Bennato porta 40 anni di storia della musica italiana
Cultura e turismo Varallo e Alta Valsesia -

Alpàa Varallo Edoardo Bennato porta 40 anni di storia della musica italiana

Sul palco di piazza Vittorio uno dei cantautori più importanti del panorama nazionale.

Alpàa Varallo Edoardo Bennato porta sul palco di piazza Vittorio 40 anni di storia della musica italiana. Questa sera (giovedì) uno dei cantautori più importanti della canzone nazionale.

Alpàa Varallo Edoardo Bennato canta in piazza Vittorio

L’Alpàa 2018 prosegue nel segno del rock con Edoardo Bennato. Il cantautore napoletano si esibirà in piazza Vittorio Emanuele II questa sera (giovedì) e in tanti non vedono l’ora di intonare insieme a questo grande artista brani entrati nella storia della musica italiana quali “Il gatto e la volpe”, “L’isola che non c’è”, “Il rock di capitan Uncino”, “Un giorno credi”.  A pochi giorni dal suo 72 compleanno (è nato il 23 luglio 1946 a Napoli), Bennato porta a Varallo il suo nuovo tour estivo messo a punto dopo che lo scorso novembre, per i 40 anni dalla pubblicazione del suo album Burattino senza fili – trasposizione in note delle avventure di Pinocchio, celebre romanzo di Collodi del 1881 – è uscito “Burattino senza fili 2017”, edizione speciale del disco arricchita di dvd con filmati storici e un libretto di 32 pagine con testi e racconti, arricchita dagli inediti Mastro Geppetto, Lucignolo e Che comico il Grillo parlante. Risale invece al 30 marzo di quest’anno la pubblicazione di “Burattino senza fili Legacy Edition” arricchito da un disco bonus con 14 versioni inedite live e studio dei brani contenuti nell’album originale.

Uno dei più grandi rocker italiani

Con la sua voce graffiante, il cantautore partenopeo è ritenuto da molti critici e musicisti uno dei più grandi rocker italiani: è stato il primo cantante italiano a riempire lo stadio milanese di San Siro con più di sessantamila persone il 19 luglio 1980 ed è stato inoltre il primo cantante italiano in assoluto a suonare l’armonica a bocca e il primo cantante italiano ad esibirsi, nel 1976, al Montreux Jazz Festival. Insomma un artista che non ha bisogno di presentazioni e che farà sicuramente trascorrere al pubblico dell’Alpàa una serata di grande musica nel segno della tradizione della kermesse valsesiana.

Il programma della giornata

  • Parco D’Adda. Al parco D’adda spazio all’enogastronomia con le Pro loco del territorio e le associazioni locali. Anche giovedì serata con musica dal vivo con “Live music Gp” e Conte Tino.
  • Musica in cortile. Proseguono i concerti di musica classica nel cortile di Palazzo dei musei. Giovedì alle 18.30 si esibiranno “I cabarettanti”. Voce Daniele Curri, tastiere Pasqualino Sisca, fisarmonica Umberto Cassani, chitarra Paolo Rastelli, basso Fabrizio Ponzetto.
  • Valmastallone. Nelle contrade storiche “Made in Valmastallone”: artigiani, produttori, allevatori, hobbysti: le eccellenze della Val Mastallone si presentano.
  • Piazza del gusto. In piazza San Carlo, che durante l’Alpàa si trasforma nella “Piazza del gusto”, giovedì si cena con “Trattoria Cremosina” (Valduggia) che propone riso Maratelli alle fragole, mentuccia, sfumato all’Erbaluce, e “Trattoria Castello (Prato Sesia) che prepara suprema di galletto allo speck farcita alle verdure e ricotta, patate all’origano e crema di basilico.

Tutti i giorni all’Alpàa

  • In biblioteca. Per tutta l’Alpàa mostra “Puncetto di libri – Libri di puncetto”: oltre 900 disegni di puncetto, ognuno dei quali accompagnato dal rispettivo campione in filo. Ogni sera eventi e degustazioni di prodotti enogastronomici.
  • Contrade storiche. Prodotti tipici e piccoli artigiani, produttori e hobbisti animano per tutta la durata dell’Alpàa la Contrada del burro, quella della tela e quella del vino. Su queste si affacciano palazzi e palazzotti, le cui cantine sono diventate spazi espositivi. Nello spazio della Valmastallone tutte le sere degustazione di prodotti locali.
  • L’artigianato. Piazza Antonini e Palazzo d’Adda diventano il regno dell’artigianato valsesiano. Prodotti tipici e ogni sera dimostrazioni.
  • Villa Virginia. Nella storica villa che si affaccia sull’Allea di corso Roma, attualmente sede dell’Unione montana, l’esposizione “Lo spirito della montagna”: dipinti, creazioni e manufatti tessili.
  • Luna park. In piazza Garibaldi sarà aperto ogni giorno il luna park con sfere galleggianti, tappeti elastici, pesca verticale, pesca dei cigni, jumping, spara alle lattine, mini seggiolini e scivolo gonfiabile.
  • Parco giochi. Nel parco di Villa Durio, sede del municipio, per tutta la durata della manifestazione, parcogiochi Chicco con un’area allattamento e un’area cambio con fasciatoi e tutto il necessario.
  • Stand Notizia Oggi. In corso Roma, il nostro giornale allestisce un punto di incontro con i visitatori: a tutti verrà regalato un braccialetto fluo, e si potranno fare le foto per ricordare insieme a noi queste serate indimenticabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente