Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Buco nero appena “sveglio”: scoperta firmata Gattinara
Cultura e turismo Gattinara e Vercellese -

Buco nero appena “sveglio”: scoperta firmata Gattinara

Gabriele Bruni con Francesca Panessa guidano uno staff internazionale di astrofisici, entrambi sono in forza allo Iaps di Roma

Buco nero appena “sveglio”: la scoperta di due astrofisici, uno di Gattinara.

Buco nero: la scoperta

A scoprirlo è stato un team internazionale guidato da due astrofisici italiani dell’Inaf, Francesca Panessa e Gabriele Bruni, quest’ultimo di Gattinara. Gabriele Bruni con il suo team ha scoperto un raro tipo di blazar.  La particolarità è averlo colto nella fase di risveglio, o di prima emissione. «E’ un evento assai raro, perché la vita di un nucleo galattico attivo (Agn) si sviluppa su scale di migliaia – se non centinaia di migliaia – di anni», spiega Bruni. Ma non è la prima volta che lo studioso gattinarese è protagonista di una scoperta. Nel 2016 ha firmato insieme allo staff Max Planck di Bonn la più elevata risoluzione angolare mai ottenuta in astronomia. Per gli scienziati vuol dire avere la possibilità di raccogliere nuove informazioni nello spazio. Si tratta di quindici telescopi sulla Terra e uno dallo spazio che unendosi hanno permesso di avere immagini ad elevata risoluzione mai viste prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente