Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Concerto Nomadi: a Borgo tre generazioni di fan | Le foto
Cultura e turismo Borgosesia e dintorni -

Concerto Nomadi: a Borgo tre generazioni di fan | Le foto

L'evento al “Fornace beer fest” ha riunito nonni, padri e figli ad applaudire un gruppo attivo da 55 anni.

Concerto Nomadi: a Borgosesia l’evento della scorsa settiomana ha riunito nonni, padri e figli ad applaudire un gruppo che festeggia 55 anni di attività.

Concerto Nomadi: a Borgo applausi da tre generazioni

Hanno applaudito i nonni, i padre e i figli. Tre generazioni di persone che si sono ritrovate l’altra settimana a Borgosesia in occasione del concerto dei Nomadi, gruppo che celebra i 55 anni di attività. Almeno duemila fan ad assistere al concerto organizzato durante il “Fornace beer fest” organizzato dal comitato rionale. Con quasi due ore e mezza di musica, proponendo una trentina di canzoni, i Nomadi hanno quindi suonato pezzi che ascoltavano da ragazzini coloro che oggi viaggiano verso la settantina, fino a quelli più recenti.

Fai scorrere le foto

Una musica tra passione e ricordi

«Mia figlia ha iniziato a sentire le loro canzoni quando era ancora nella pancia – racconta la mamma -. A tre anni ha visto il suo primo concerto e da allora non perdiamo ogni occasione di ascoltarli. Il problema è quando inizia a cantare una loro canzone, perchè la ripete anche decine di volte senza mai smettere». A centinaia i fans che hanno conosciuto i primissimi Nomadi, “quelli con Augusto”: «Anche se ormai siamo in pensione – hanno sottolineato – non ci tiriamo certo indietro quando possiamo andare a un loro concerto. Il popolo nomade è fatto di giovani, ma anche di tante persone della terza età come noi».  Sotto al palco anche i ragazzi seguiti dai servizi socio-assistenziali e dalle comunità di Valsesia e Valsessera, ospiti del rione Fornace: gioia ed emozione quando il cantante Yuri Cilloni è sceso dal palco per andare a salutarli e abbracciarli a uno a uno.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente