Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > GALLERY: la paniccia dei Dughi di Varallo ricorda “Mamo”
Cultura e turismo Varallo e Alta Valsesia -

GALLERY: la paniccia dei Dughi di Varallo ricorda “Mamo”

In occasione della paniccia, i Dughi di Varallo hanno ricordato l’amico Massimiliano Valle

Per Varallo è stato un fine settimana dedicato alle panicce:la tradizionale pietanza del periodo carnevalesco è stata preparata in città dal Comitato dei Dughi, mentre altri fuochi si accendevano nelle frazioni di Roccapietra, Locarno, Crevola e Valmaggia, Morca e Cervarolo. Decinee decine i volontari impegnatio nella preparazione degli ingrendiati e nella cottura.

Nel caso di Varallo questa edizione della Paniccia ha avuto anche un significato speciale: il Comitato dei Dughi, con il prevosto don Roberto Collarini, ha voluto rendere omaggio e ricordare Massimiliano Valle, “Mamo” per gli amici, scomparso la scorsa estate che per tanti anni ha partecipato in modo attivo alla preparazione del tradizionale minestrone.

Locarno invece ha celebrato l’anniversario dei 50 anni di preparazione della paniccia da parte del comitato. «La tradizione – spiega Primo Vittone, del comitato carnevale di Locarno – risale probabilmente agli anni ’30 del Novecento senza avere poi un seguito. Noi 50 anni fa abbiamo voluto far rivivere questa tradizione. Eravamo in 4, con me Sergio Erba e Tancredi Alberti. Con le vecchie scatole del caffè Lavazza abbiamo realizzato dei bussolotti da lasciare nelle due osterie e negozi allora presenti in frazione iniziando la tradizione della Paniccia di Locarno sempre molto apprezzata dagli anziani ma anche dai giovani».

(clicca su una foto qui sotto per guardare la gallery)

Articolo precedente
Articolo precedente