Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Grignasco bimbi in Truna per imparare ad amare il carnevale
Cultura e turismo Serravalle e Grignasco -

Grignasco bimbi in Truna per imparare ad amare il carnevale

Il ricavato servirà ad acquistare materiale scolastico

I bambini protagonisti di una serata alla Truna di Grignasco, per conoscere meglio la tradizione del Carnevale. Lo scorso finesettimana nella “casa” del Giuan Bacèja è stato proposto un appuntamento originale. «Si tratta di una cena che vede protagonisti i bimbi – spiega Paolo Vinzio presidente del Comitato carnevale -. Viene organizzata da qualche anno da un gruppo di genitori, che partecipano alla manifestazione più divertente dell’anno, e noi offriamo la nostra collaborazione».

Duplice lo scopo della serata. «L’idea è avvicinare i piccoli a questa storica tradizione – prosegue il referente del gruppo -. Inoltre con il ricavato si acquisterà materiale scolastico».

E ora il regno di Giuan Bacèja e Mariana Curbèla, impersonati da Edoardo Andorno e Stefania Bertone, si prepara per la tanto attesa Giubiacia. «Giovedì 8 febbraio come Comitato andremo nelle scuole – racconta Vinzio -. Pranzeremo poi in Truna e alle 15.30 ci sarà il consueto giro del paese con tappa dai pescatori. Intorno alle 20.30 comincerà la sfilata che partirà dalla chiesa parrocchiale per arrivare fino in piazza, e poi ci sarà la votazione del miglior costume».

Come di consueto anche quest’anno durante la sera della Giubiaccia ci sarà una premiazione speciale. «Daremo un riconoscimento in denaro al miglior costume – evidenzia il presidente del gruppo -. Rispetto all’anno scorso però saranno dati 3 premi».

La giuria sarà composta da un gruppo di “esperti” del carnevale. «Le maschere di Grignasco, il presentatore della serata e io daremo un voto. Si stilerà una classifica e i nomi dei vincitori saranno rivelati al teatro Soms dove è in programma il veglione – puntualizza Vinzio -. Dopo il discorso del Giuan in piazza, ci sposteremo quindi alla Soms».

Prima della Giubiacia le buone forchette potranno partecipare a due serata gastronomiche. Proseguono infatti le cene nella Truna dal Giuan. Tra profumi di piatti tradizionali e divertimento anche quest’anno il Comitato carnevale del paese incassa successi. «Siamo molto contenti del numero di persone che fino ad ora ha preso parte alle nostre iniziative – prosegue Vinzio -. Solo alla cena delle maschere eravamo 85 e non possiamo lamentarci delle serate successive. La gente è affezionata a questi appuntamenti e noi siamo sempre felici di poter rinnovare questa bella tradizione».

Articolo precedente
Articolo precedente