Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > La Pro loco di Ghemme ha presentato il Téculin 2018
Cultura e turismo Novarese -

La Pro loco di Ghemme ha presentato il Téculin 2018

Fra le pagine tante immagini e curiosità

La Pro Loco di Ghemme prosegue con le iniziative per il Natale, anche se ancora sofferente per la scomparsa del suo presidente. Senza Vittorio Zoppis, sabato sera la Pro loco di Ghemme ha presentato la nuova edizione del “Tèculin”, il tradizionale calendario in dialetto, con i disegni realizzati da alcuni artisti locali. A far da contorno ai dodici mesi del 2018 saranno anche i racconti su alcuni personaggi della storia passata del paese. Durante la serata, che si è svolta nella sala Sforza di palazzo Gallarati sono stati consegnati dei riconoscimenti ai disegnatori: Alberto Agabio, che ha curato la copertina, Michela Casanova (gennaio), Angela Di Canto (febbraio), Natalina Nicolini (marzo), Andrea Lucca (aprile), Fabio Corazza (maggio), Sofia Passarella (giugno), Alessio Corazza (luglio), Angela Bellotti (agosto), Roberta Marangon (settembre), Alessandro Distasio (ottobre), Marilena Manghetti (novembre), Valeria Lualdi (dicembre). Ma il “Tèculin” non è l’unica iniziativa della Pro loco, che nel fine settimana ha tenuto aperta l’enoteca dei colli novaresi nell’ambito del “Natale nelle cantine”. E sabato 23 dicembre i bambini del paese potranno inviare le loro letterine a Babbo Natale, che in piazza Antonelli saranno attaccate a palloncini colorati e lanciate in cielo. Chi vuole può già scrivere le missive e imbucarle nella cassetta in piazza Antonelli con il seguente indirizzo: Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930, Napapiiri, Finlandia, che corrisponde all’ufficio postale di Babbo Natale, in Lapponia. E sempre in tema di manifestazioni natalizie, la notte della vigilia dopo la messa l’associazione turistica distribuirà cioccolata, vin brulè e panettone.

Articolo precedente
Articolo precedente