Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Lega Nord, un weekend tra Buonanno e il ”no” al referendum
Cultura e turismo Borgosesia e dintorni -

Lega Nord, un weekend tra Buonanno e il ”no” al referendum

Interverranno Bossi, Salvini e altri dirigenti del partito

Festa nazionale di Lega Nord Piemonte al parco Magni di Borgosesia, da stasera, per rendere omaggio e ricordare la figura di Gianluca Buonanno, l’europarlamentare e sindaco scomparso in un incidente stradale a inizio giugno. Sino a domenica sono previsti approfondimenti politici, momenti di svago e gastronomici. Fra gli ospiti anche Umberto Bossi e il segretario nazionale Matteo Salvini.

«La scelta di organizzare a Borgosesia la festa nazionale di Lega Nord Piemonte nasce da due motivi ben precisi – presenta l’evento il segretario piemontese Riccardo Molinari -. Da un lato c’è la volontà di rendere il doveroso tributo all’amico Gianluca nella sua terra e dimostrare che il territorio valsesiano resta una priorità della Lega nonostante la perdita di un personaggio irripetibile. Dall’altro, prende forma la scelta di portare l’evento in giro per il Piemonte e non mantenerlo più una esclusiva torinese, per coinvolgere e valorizzare l’intero territorio regionale».

Concetti ribaditi dal parlamentare Stefano Allasia: «E’ un modo per far ripartire la politica sul territorio. Durante la festa spiegheremo cosa sta avvenendo a Roma e qual è il nostro progetto politico nell’imminenza del raduno di Pontida. E ovviamente sarà un modo per ricordare Buonanno, un amico con cui ho avuto la fortuna di condividere sei anni di battaglie politiche». «Sarà una festa dai sentimenti contrastanti – commenta il vicesegretario regionale e sindaco di Arona Alberto Gusmeroli – per la grande malinconia che certamente pervaderà chi ha conosciuto Gianluca. Buonanno, il quale non era un sindaco qualunque, ma il sindaco: è stato un punto di riferimento, per tutti noi colleghi di partito, e soprattutto per i borgosesiani. Sarà importante esserci».

Il programma dei tre giorni della festa è strutturato in modo da differenziare gli argomenti di carattere politico: «Il primo giorno sarà dedicato nello specifico alle politiche nazionali – anticipa Molinari -, nel secondo sarà dato spazio agli amministratori locali e alle tematiche europee, infine domenica sarà il segretario Salvini a introdurre la battaglia politica d’autunno e motivare il “no” al referendum e a una riforma che accentrerà il potere economico a Roma facendo perdere competenze e autonomie».

L’apertura di domani sarà affidata agli interventi di Gianna Gancia e Alessandro Benvenuto che, dalle 19,30, affronteranno la situazione regionale; toccherà poi ai parlamentari Allasia e Roberto Simonetti a illustrare l’operato della Lega contro il governo; per la stessa sera è prevista la presenza di Bossi e Mario Borghezio. Sabato ci sarà l’assemblea degli amministratori locali e alla sera l’intervento di Angelo Ciocca. Domenica la rassegna sarà chiusa da Molinari e Salvini. Ogni sera sarà attivo il servizio bar e ristorante. Non mancherà la musica: venerdì con “Antonio Grini band”, sabato con lo spettacolo degli “Attenti a quel duo” Dante Delzanno e Andrea Veronese, domenica con “Pima dj”.

Articolo precedente
Articolo precedente