Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Mera’s Cup, iscrizioni ancora aperte per la 20ª edizione
Cultura e turismo Varallo e Alta Valsesia -

Mera’s Cup, iscrizioni ancora aperte per la 20ª edizione

La prova in programma sabato 10 marzo

Mera’s Cup punta a fare il boom di concorrenti per la ventesima edizione.

Mera’s Cup in programma il 10 marzo

Arrivano le prime iscrizioni alla 20ª edizione della “Mera’s Cup”, la storica gara di bob all’Alpe di Mera in programma sabato 10 marzo.
Gli organizzatori stanno preparando tutto per una edizione che sarà da ricordare. Si attendono gli appassionati di sempre che nel corso degli anni hanno sempre cercato di battere il record della pista, ma soprattutto di divertirsi. Quest’anno poi non ci sarà problema di neve visto che la coltre bianca è scesa in abbondanza. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per firmare davvero una edizione da ricordare negli annali e si punta a fare il boom dei concorrenti.

Una gara storica

Concepita come gara individuale, con gli anni, si è trasformata in competizione di squadra. Tutto ciò rende più avvincente e festoso l’intero evento, la squadra deve essere composta in parte da donne o under 18 e con più di due concorrenti che si sono piazzati nei primi 15 nelle precedenti tre edizioni si ha un handicap. In questo modo tutte le squadre partecipanti hanno la possibilità di vincere. Novità degli ultimi anni è quella di far partire la gara in due manches da 90 corridori ciascuna, cosi da rendere la gara sempre più sicura. Prima della partenza ci si ritrova al Bar Boschetto per “scaldarsi” con musica e vin brulè e non mancano le foto di rito. Le squadre possono avere più di 2 partecipanti classificatisi tra i primi 15 in una delle tre ultime edizioni. La squadra vincitrice della 20ª edizione sarà proclamata “Defender” e prenderà possesso della coppa fino alla successiva edizione.

Il percorso

Il percorso si sviluppa su una pista da sci lunga 2 chilometri che parte da quota 1630 metri, sotto il Monte Camparient, e arriva ai 1180 metri del Pian Rastò; il tracciato è costituito da una parte iniziale ripida e veloce, mentre nel tratto centrale si affronta una strada con poca pendenze, per poi concludere la gara con una serie di curve nel bosco e un ripido rettilineo finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente