Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Romagnano cinque future mamme testimonial della Giornata della vita
Cultura e turismo Novarese -

Romagnano cinque future mamme testimonial della Giornata della vita

Organizzata anche una vendita benefica a favore della “Casa della mamma e del bambino”

Una giornata dedicata alle mamme e ai bambini: domenica 4 Romagnano ha celebrato la “Giornata della vita”. Per l’occasione, oltre alla benedizione dedicata alle donne in dolce attesa, c’è stata una vendita benefica di primule per aiutare a sostenere le attività della “Casa della mamma e del bambino” di Borgosesia. Al termine della messa domenicale mattutina, cinque mamme in attesa hanno ricevuto la benedizione. I volontari della “Casa della mamma e del bambino” hanno distribuito ben 340 primule nel paese di Romagnano. In tutto, sono 2.425 le primule distribuite nel primo fine settimana di celebrazioni, fra diverse parrocchie della Valsesia, della Bassa e della Valsessera. I volontari saranno presenti anche la prossima settimana: si potranno avere le loro primule dopo le funzioni religiose del fine settimana nelle parrocchie di Boca, Quarona, Roccapietra, Isolella, in centro a Borgosesia e a Sant’anna, Aranco, Grignasco, Valmaggia e Fobello. Fra il 17 e il 18 febbraio, invece, saranno a Prato Sesia, Balmuccia, Scopa, Piode, Rassa, Doccio, Locarno, Cellio, Valduggia, Scopello, Campertogno, Mollia, Riva Valdobbia, Alagna e Postua. I fondi raccolti mediante la vendita benefica servono a sostenere le attività della struttura, che si occupa di dare accoglienza a donne in difficoltà, in attesa oppure con i loro bambini. Durante le celebrazioni a Romagnano, è stato letto anche il messaggio del Consiglio Episcopale redatto per l’occasione, intitolato “Il Vangelo della vita, gioia per il mondo”. «Vogliamo porre al centro della nostra riflessione credente la Parola di Dio, consegnata a noi nelle Sacre Scritture, unica via per trovare il senso della vita, frutto dell’Amore e generatrice di gioia – scrivono dal Cei – La gioia che il Vangelo della vita può testimoniare al mondo, è dono di Dio e compito affidato all’uomo; dono di Dio in quanto legato alla stessa rivelazione cristiana, compito poiché ne richiede la responsabilità». Papa Francesco ha inoltre sottolineato che «I segni di una cultura chiusa all’incontro gridano nella ricerca esasperata di interessi personali o di parte, nelle aggressioni contro le donne, nell’indifferenza verso i poveri e i migranti, nelle violenze contro la vita dei bambini sin dal concepimento e degli anziani segnati da un’estrema fragilità». Il prossimo appuntamento di rilievo per i fedeli di Romagnano è la messa di domani, dedicata alla Madonna di Lourdes e preceduta dal rosario alle 10: «La messa di quell’ora, fortunatamente, registra sempre una vasta partecipazione – osserva il parroco don Gianni Remogna – per questa occasione è attesa in particolare anche la presenza di persone dalla casa di riposo».

Articolo precedente
Articolo precedente