Notizia Oggi Borgosesia > Cultura e turismo > Valduggia biblioteca cataloga il libro numero 10.000
Cultura e turismo Borgosesia e dintorni -

Valduggia biblioteca cataloga il libro numero 10.000

La struttura, aperta nel 2009, è gestita da volontari

valduggia biblioteca

Valduggia biblioteca in piena attività a nove anni dall’apertura.

Valduggia biblioteca festeggia

E’ un libro sulla vita di Gaudenzio Ferrari il decimillesimo volume nel catalogo della biblioteca di Valduggia. Venerdì sera sono stati numerosi gli abitanti ad aver risposto all’invito dei volontari che gestiscono lo spazio dedicato ai libri. Inoltre, si amplia il servizio di “Libri liberi”, con la possibilità di prendere in prestito libri nelle frazioni senza doversi recarsi in biblioteca.

Gli esordi

«Quando nel 2009 l’allora sindaco Pier Carlo Zanetti ha deciso di aprire la biblioteca avevamo qualche dubbio sulla riuscita – ha spiegato Michele Astori, ideatore del progetto -. Lo abbiamo sostenuto perchè il paese era privo di uno spazio destinato alla lettura e alla cultura. A distanza di nove anni, posso dire che abbiamo fatto la cosa giusta. Con gli anni la nostra biblioteca è cresciuta grazie alle donazioni di libri ricevuti dagli abitanti e dalle associazioni, abbiamo dovuto ampliare gli spazi e spostarci al piano superiore, sicuramente più ampio». Una crescita che non si è ancora fermata, e venerdì sera è stato catalogato il decimillesimo volume: «Quando ci è stato regalato il libro sulla storia e le opere di Ferrari – dice il volontario della biblioteca – siamo rimasti sorpresi scoprendo che avevamo raggiunto un traguardo così importante. Un traguardo che non si era pensato di poter raggiungere».

Un bimbo per catalogare

Per catalogare il libro su Ferrari è stato invitato Giacomo Bregliano di 8 anni: «Abbiamo voluto che a farlo fosse un bambino – ha proseguito Astori – perchè speriamo che, nonostante l’avvento di cellulari e computer, i giovani possano mantenere la voglia di leggere». Un pensiero condiviso dal parroco don Dante Airaga: «Purtroppo si è persa la voglia di leggere libri – ha osservato il sacerdote -: mi spiace perchè è un hobby che non costa nulla, che arricchisce la mente, mantiene vivi e fa molta compagnia».

Libri liberi nelle frazioni

L’incontro di venerdì è stato occasione per presentare un nuovo progetto dedicato alle frazioni: «Visto il sucesso che sta avendo “Libri liberi”, iniziativa che offre la possibilità di consultare i libri messi a disposizione in piazza Ferrari, abbiamo pensato di portarli anche nelle frazioni. Nelle sedi dei circoli di Colma, Castagnola, Valpiana, Rastiglione, Orsanvenzo e Zuccaro saranno così sempre presenti alcuni libri a disposizione degli abitanti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente