Notizia Oggi Borgosesia > Economia e scuola > Liceo Ferrari undici 100 e quattro con la lode
Economia e scuola Borgosesia e dintorni -

Liceo Ferrari undici 100 e quattro con la lode

Ottimi risultati per gli studenti dell'istituto superiore di Borgosesia. E ora si punta all'università.

Liceo Ferrari undici 100 tra gli studenti che hanno superato l’esame di Stato. Quattro hanno meritato anche la lode.

Liceo Ferrari undici 100 e quattro con la lode

Undici “100” al liceo scientifico di Borgosesia, quattro dei quali hanno anche “arrotondato” con una bella lode: Giorgia Torta, Francesco Mantovani, Miriam Ragozzi e Simone Zanella. Sono stati promossi con il 100 “normale” Lorenzo Aimone, Matteo Rotti, Sofia Lucca, Leila Ghannadzadeh, Cecilia Pulcani, Giulia Scaravillo e Ghizlane Rmaini. Per alcuni la votazione è stata una sorpresa, altri lo speravano e qualcuno se lo aspettava: «Sono sincero: sì, credevo di diplomarmi con una votazione alta – dice Simone Zanella di Borgosesia -. Mi sono sempre impegnato molto in tutti i cinque anni, e ho praticamente sempre ottenuto ottime votazioni. A settembre frequenterò ingegneria informatica a Torino, ma fino ad allora penserò solo alle vacanze, finalmente senza compiti…»

Anche la lode? Non ci credevo

Dello stesso parere anche Francesco Mantovani, un altro premiato con la lode: «Ci credevo perchè tutto sommato sapevo di meritarmelo – dice -, però vederlo scritto mi ha comunque fatto un certo effetto. Sono soddisfatto non solo per l’esame ma per tutti i cinque anni. Ora mi godo l’estate poi a settembre inizierò la facoltà matermatica».
Non era così sicura invece Giorgia Torta, altra promossa con lode: «Lo speravo: pensavo a un cento ma addirittura la lode fino all’ultimo non lo credevo. Che gioia invece aver concluso questo percorso scolastico, che rifarei subito, con il massimo dei voti. A settembre sarà nuovamente impegnata sui libri per provare il test di ingresso alla facoltà di medicina».  La quarta lode è andata a Matteo Rotti: «Sapevo di andare bene – dice – ma non così tanto da meritarmi addirittura la lode. Sono felice non solo per il voto ma anche perchè mi aspettano due mesi di vacanza senza dover fare alcun compito nè studiare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente