Notizia Oggi Borgosesia > Economia e scuola > Reddito di cittadinanza, aprono le domande a marzo
Economia e scuola Fuori zona -

Reddito di cittadinanza, aprono le domande a marzo

Le domande da presentare a partire dal 6 marzo e intanto molti Caf piemontesi risultano da qualche giorno "presi d'assalto".

Reddito di cittadinanza, aprono le domande a marzo. Inps ha prodotto un manuale in cui si spiega tutto ciò che c’è da sapere. La documentazione per accedere al contributo sono da presentare a partire dal 6 marzo.

Reddito di cittadinanza, aprono le domande a marzo

Consiste in un beneficio economico accreditato ogni mese sulla Carta RdC, una nuova carta prepagata. Dal 6 febbraio 2019 sul portale www.inps.it,  è presente un vademecum sotto forma di “domande e risposte” molto utili per capire come funziona il tutto. Intanto lo si può avere per 18 mesi, eventualmente rinnovabili, al massimo fino a tre anni.  Presentare domanda (Dichiarazione Sostitutiva Unica o DSU) è facile, lo si potrà fare dal 6 marzo presso gli Uffici Postali, direttamente online sul sito del Ministero del Lavoro o tramite i Caf, quelli piemontesi peraltro sono da qualche giorno presi da assalto. Poi si verrà seguiti con avvisi per mail o sms passo passo, fino alla convocazione in posta per il rilascio dellla Carra Rdc ma ci si può rivolgere ai patronati. Entro 30 giorni dall’accoglienza della domanda sarà necessario recarsi presso il Centro per l’Impiego per rendere la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID) lo dovrà fare ogni componente del nucleo familiare in età lavorativa.

Sanzioni per i furbi

Sono anche previste sanzioni molto pesanti (fino a sei anni di carcere) per chi fa il furbo (tipo richiedere Rdc e lavorare in nero…) ma si può incorrere in guai anche solo per una dichiarazione contente affermazioni non corrispondenti al vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente